Avvenire di Calabria

Esce allo scoperto il presidente del Consiglio comunale di Reggio Calabria che fissa il d-day

Dissesto finanziaro, Delfino: «Mercoledì è la giornata cruciale»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Se entro domani non si avranno dal Governo notizie chiare e definitive sulla situazione relativa all’ipotesi di dichiarazione del dissesto, siamo pronti a manifestare insieme al Sindaco Falcomatà a Roma di fronte a Palazzo Chigi per chiedere uno sblocco definitivo della situazione”. Lo scrive il Presidente del Consiglio comunale Demetrio Delfino al termine di una riunione dei Capigruppo allargata ad altri consiglieri comunali, di maggioranza e opposizione, durante la quale si è condivisa l’esigenza di una presa di posizione netta da parte del Consiglio comunale reggino.

“Due settimane fa il Governo si è impegnato, per bocca del viceministro Laura Castelli, ad individuare una soluzione utile ad evitare la dichiarazione di dissesto da parte del Comune di Reggio Calabria, di un altro centinaio di Comuni in Italia, i cui bilanci sono stati messi a serio rischio dalla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima la dilazione del piano di rientro da dieci a trent’anni. Il sindaco Falcomatà ha chiesto al governo, con un appello rivolto anche al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, di passare dalle parole ai fatti, individuando un percorso tecnico utile a scongiurare la dichiarazione di dissesto. Ma ad oggi, a parte le buone intenzioni, non pare sia stata definita una soluzione definitiva”.

“In linea con lo spirito unitario richiamato anche dal sindaco - ha aggiunto Delfino - noi consiglieri, di maggioranza e opposizione, intendiamo dichiarare la nostra disponibilità a rivolgere le nostre istanze direttamente a Roma, sotto Palazzo Chigi, qualora entro la giornata di domani non dovessero giungere risposte serie, concrete e definitive. La nostra Città non merita questa ulteriore mortificazione, da parte nostra siamo pronti ad alzare le barricate, indossando la maglia amaranto al di sopra di qualsiasi casacca di parte, e richiamando a raccolta tutte le forze cittadine, istituzionali e non, associazioni di categoria, rappresentanti delle professioni, forze sindacali, associazioni, singoli cittadini, affinché la Città affermi con forza e chiarezza la sua volontà di riscatto”.

Articoli Correlati

Covid in Calabria, contagi in calo

Contagi in calo rispetto al giorno precedente in Calabria. È quanto emerge dall’ultima ricognizione del Dipartimento tutela della salute della Regione. I numeri.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.