Avvenire di Calabria

Alle 10 nel piazzale dell'Isola di Tropea è prevista la celebrazione del rito di beatificazione del fondatore degli Oblati e Oblate del Sacro Cuore

Don Mottola beato, domenica il rito: le disposizioni

Chiesa calabrese nuovamente in festa

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Don Francesco Mottola, domenica prossima, sarà beato. La Chiesa non solo vibonese, ma calabrese tutta, si appresta a vivere un altro momento importante per la sua storia. Si conclude, infatti, una settimana intensa per testimonianza e spiritualità, dopo la doppia beatificazione a Catanzaro, domenica 3 ottobre, di Nuccia Tolomeo e Mariantonia Samà.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Il cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, presiederà – a nome del Papa – la celebrazione durante la quale don Mottola sarà proclamato beato. Il rito di beatificazione del sacerdote e fondatore degli Oblati e Oblate del Sacro Cuore sarà celebrato nel piazzale dell’Isola di Tropea con inizio alle ore 10.

Saranno rispettate, per l'occasione, le disposizioni anticovid. Nell’area, infatti, si potrà accedere solo con il pass e muniti di green pass, a partire dalle 8.15. All’area prescelta si accedete dalle Roccette e dalla scala del cannone. La zona sarà completamente circoscritta. Per i parcheggi sono state individuate le zone del porto e della pineta, così come tutte le aree adibite solitamente a parcheggio.

Nel caso in cui le condizioni del tempo fossero avverse, la celebrazione si sposterà nella Concattedrale di Tropea. In tal caso l’accesso sarà riservato, per motivi di sicurezza, solo al clero e a una rappresentanza delle autorità e dei fedeli

Don Mottola beato, a concelebrare il neo vescovo Attilio Nostro

Accanto al prefetto della Congregazione delle cause dei santi, a presiedere il rito in cui don Mottola sarà dichiarato beato, ci sarà anche il neo vescovo, monsignor Attilio Nostro, che ha preso possesso canonico della diocesi lo scorso fine settimana.


PER APPROFONDIRE: Le reliquie di don Mottola tornano a Tropea, riposte in un nuovo sepolcro


Sarà un momento intenso ed emozionante, molto sentito dalla comunità diocesana di Mileto-Nicotera-Tropea e non solo tra quanti hanno avuto la fortuna di conoscere le virtù in vita di don Mottola, prossimo beato calabrese.

Articoli Correlati

In Calabria le api “promuovono” il turismo

Oggi è la giornata dedicata all’insetto operaio che svolge un importante servizio per il pianeta. Vi raccontiamo un’esperienza unica, legata proprio alle api, che è possibile vivere in Calabria.