È il 190° anniversario delle apparizioni a Santa Caterina Labouré – avveniredicalabria

avveniredicalabria

Il Papa benedirà la Sacra effigie della Beata Vergine Maria Immacolata della Medaglia Miracolosa mercoledì prossimo, 11 novembre in Vaticano

È il 190° anniversario delle apparizioni a Santa Caterina Labouré

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di M. Michela Nicolais* - Il Papa benedirà la Sacra effigie della Beata Vergine Maria Immacolata della Medaglia Miracolosa mercoledì prossimo, 11 novembre in Vaticano, alla presenza del superiore generale della Congregazione della Missione, p. Tomaž Mavrič, e di una piccola delegazione che organizza il "Pellegrinaggio di Maria", che visita le comunità in Italia in occasione del 190° anniversario delle apparizioni a Santa Caterina Labouré. Il pellegrinaggio inizierà martedì 1° dicembre e si protrarrà fino al 22 novembre 2021 attraversando Lazio, Marche, Umbria, Campania, Calabria, Sicilia, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Toscana, Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Triveneto e Sardegna.

“Nella difficile situazione che il mondo intero sta vivendo a causa della pandemia da Covid-19, in una società segnata da forti tensioni in ogni continente, i figli spirituali di San Vincenzo de’ Paoli iniziano, con il pellegrinaggio mariano, un percorso di annuncio dell’amore misericordioso di Dio”, si legge in una nota, in cui si ricorda che era la notte tra il 18 e il 19 luglio 1830 quando Caterina Labouré, una giovane Figlia della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, vide la Santa Vergine con cui ebbe un lungo incontro. Tra le parole di Maria: “I tempi sono molto tristi. Disgrazie verranno ad abbattersi sulla Francia. Il mondo intero sarà sconvolto da calamità di ogni genere. Ma tu vieni ai piedi di questo altare, qui le grazie saranno sparse su tutte le persone che le chiederanno con confidenza e fervore… ho sempre vegliato su di voi”. Ancora il 27 novembre 1830 Caterina Labouré vide la Santa Vergine con un piccolo globo (che rappresenta l’umanità) tra le mani; ne contemplò la bellezza e accolse la missione di far coniare una Medaglia: “Le persone che la porteranno riceveranno grandi grazie”.

*Agensir

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.