Avvenire di Calabria

Dopo Pellaro si continuerà su Gallico, Catona quindi l'area di Sabbie Bianche e infine la Sorgente e la Capannina

Entra nel vivo il piano di pulizia delle spiagge reggine

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono iniziate nei giorni scorsi le operazioni di sistemazione delle spiagge nel comprensorio di Reggio Calabria e dovrebbero concludersi entro due settimane. Il programma degli interventi è stato stabilito dall'Assessorato all'Ambiente di concerto con Avr. A darne notizia in una nota l'Assessore all'Ambiente Armando Neri che ha spiegato: «nello specifico, le operazioni sono già iniziate con la pulizia delle spiagge nell'area litorale del centro cittadino».

Conclusi secondo calendario quelli sul litorale di Pellaro mentre oggi e domani 4 giugno si continuerà si procederà con il litorale di Gallico «poi il 5 giugno l'area di Pentimele, l'8 e 9 giugno Catona, il 10 giugno l'area di Sabbie Bianche, nella zona di San Gregorio ed ancora l'11 e 12 giugno l'area della Sorgente e della Capannina nella zona sud». Le attività si stanno svolgendo ed avranno luogo sempre durante le ore notturne e mattutine, tra le ore 4.00 e le ore 10.00.

«Siamo consapevoli di quanto l'attività balneare rappresenti realmente una risorsa, anche in termini turistici e quindi occupazionali, per il tessuto economico della nostra Città - ha spiegato l'Assessore Neri - in questo senso ci siamo attrezzati quest'anno per partire in anticipo, seppur nel contesto inusuale che abbiamo vissuto negli ultimi mesi a causa dell'emergenza coronavirus, per arrivare pronti all'avvio della stagione estiva».

Dopo la fase di lockdown tutti i comuni stanno stringendo i tempi per arrivare preparati all’imminente stagione estiva. Uno dei problemi delle coste reggine è sicuramente quello dell’erosione. Anche a Lazzaro in questi giorni il sindaco Giovanni Verduci e il vicesindaco della Città Metropolitana Riccardo Mauro hanno fatto un sopralluogo sul lungomare Cicerone e Ottaviano Augusto di Lazzaro per verificare lo stato dei luoghi in vista dell’imminente inizio dei lavori di ripascimento finanziati e progettati dalla MetroCity.

Entro la seconda settimana di giugno, la ditta incaricata dovrebbe iniziare a rendere più sicuro il litorale di Lazzaro attraverso il ripascimento, il livellamento, l’eliminazione dei massi più pericolosi, la sistemazione degli accessi in spiaggia e in mare. A questo primo intervento, che sarà realizzato in assoluta sicurezza e limitando i disagi ai residenti e a quanti decideranno di soggiornare a Lazzaro, seguiranno ulteriori lavori, già finanziati e progettati, per la zona di Riace e Fornace. Inoltre, già nelle prossime settimane, sarà approvato il progetto esecutivo per la riqualificazione del lungomare Cicerone e Ottaviano Augusto, intervento finanziato con i fondi “Patti per il Sud”.
 

Articoli Correlati

Città metropolitana

La Città metropolitana approva il Piano di marketing turistico

Via libera anche gli interventi per la riqualificazione di alcuni istituti scolastici, disco verde all’unanimità alla mozione che impegna il prossimo Consiglio regionale a discutere la legge che assegna le funzioni all’Ente di Palazzo “Alvaro”

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.