Avvenire di Calabria

La piccola comunità unita a quella di Scilla

Festa dell’Esaltazione della Santa Croce

Favazzina tra tradizione e storia

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Nostra gloria è la Croce di Cristo». Con questa certezza di fede, espressa nel canto d’ingresso, la piccola comunità di Favazzina ha celebrato la Festa patronale della propria antica Parrocchia, unita a quella di Scilla. La santa Messa nella Solennità dell’Esaltazione della Santa Croce, ieri 14 settembre, s’è aperta con l’intronizzazione della Croce. Nell’omelia, l’arciprete don Francesco Cuzzocrea ha sottolineato come la meditazione dei dolori di Cristo tipica della Quaresima e, in particolare, del Venerdì Santo, si focalizzi, in questa Festa, sulla meditazione dei frutti di gloria e di redenzione ottenuti attraverso questi stessi dolori. Una meditazione che si è ancor più sviluppata nella Via Lucis che ha seguito la celebrazione eucaristica, attraversando le stradine della località tirrenica. La preghiera e la benedizione finale, unite alla venerazione individuale della Croce, hanno quindi, concluso il pomeriggio speciale per una comunità piccola, ma ricca di fede e di storia.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.