Avvenire di Calabria

Domenica scorsa l'inaugurazione del progetto avviato dalle comunità parrocchiali di San Biagio Vescovo e Martire e San Nicola di Bari

Gallico Superiore, nasce “L’HubOratorio” della parrocchia

L'iniziativa si proposte di mantenere connesse, come in un'unica grande rete, le tante realtà religiose, educative e sociali del territorio

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ha ufficialmente aperto i battenti il “L’HubOratorio”, progetto delle Comunità Parrocchiali “San Biagio Vescovo e Martire” e “San Nicola di Bari” di Gallico Superiore che, spiega un comunicato, «si pone sin da subito l’obiettivo di mantenere connesse, come in un’unica grande rete, le tante realtà religiose, educative e sociali del territorio».

Gallico Superiore, inaugurato l'HubOratorio

L’inaugurazione dell’HubOratorio, iniziativa, fortemente voluta dall’amministratore parrocchiale don Nino Russo e dal viceparroco don Giovanni Zappalà, è avvenuta domenica 23 ottobre 2022 con l’accoglienza in piazza San Biagio e con la partecipata Celebrazione Eucaristica delle ore 11.00.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


A seguire, l’intera comunità si è trasferita nel cortile dell’Oratorio Parrocchiale “Don Bosco”, punto di riferimento da ben sessant’anni di giovani e meno giovani di Gallico e non solo. Momenti di convivialità, di gioco e di festa hanno accompagnato i numerosi bambini presenti e le loro famiglie, grazie al coinvolgimento degli animatori e dei volontari che hanno organizzato e reso vivace la giornata. Ogni realtà parrocchiale ha presentato le iniziative che si svolgeranno nel corso dell’anno, dalle attività catechistiche e formative a quelle ludiche tra cui lo sport e la musica, dalle attività Caritas ai laboratori creativi e molto altro.

Ma cos’è il L'HubOratorio di Gallico Superiore?

L'HubOratorio non è solo un luogo fisico. È soprattutto un modo di essere, di vivere la Comunità, in connessione. Una connessione fatta di persone, di cuori, di menti, di volti diversi che si mettono a servizio in modo vicendevole, si incontrano, condividono, si rallegrano, pregano, perdonano, per il grande obiettivo del Vangelo: amare il prossimo e lodare Dio. Come le "molte membra ed un solo corpo" di San Paolo, il L'HubOratorio vuole interconnettere le tante realtà del territorio parrocchiale, creare relazioni autentiche, valorizzare le diversità, i percorsi, i carismi e le tradizioni.

Come mettere "in rete" le realtà parrocchiali?

Attraverso la gioia dell'incontro con i fratelli per arrivare a Cristo. Con lo spirito del servizio: coinvolgendo i bambini, i ragazzi, i giovani e gli adulti della Comunità e organizzando iniziative sociali, ludiche, ricreative e di riflessione che vedano tutti sani protagonisti. Non più semplici reticolati senza uscita, ma tante connessioni bidirezionali colme di vita!


PER APPROFONDIRE: Gallico, la comunità di San Biagio ha accolto don Russo


Il L’HubOratorio di Gallico Superiore è organizzato in tanti l’hub che saranno via via presentanti nel corso dell’anno ed aperti a tutta la comunità parrocchiale, dai più piccoli, passando per i giovani, e fino agli adulti.

Articoli Correlati

Sanità, fra carisma e diritto alla cura

La riflessione al 25° Convegno nazionale di Pastorale della Salute che si è svolto dal 7 al 15 maggio dal titolo: «Non ho nessuno che mi immerga. Universalità e diritto alle cure»