Avvenire di Calabria

L'arcivescovo emerito di Cosenza-Bisignano racconta la sua esperienza all'indomani del ricovero in ospedale

Monsignor Nunnari: «grazie al vaccino ho sconfitto il Covid»

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Grazie al vaccino ho sconfitto il Covid». Monsignor Salvatore Nunnari da qualche giorno ha fatto ritorno a casa dopo essere stato dimesso dal Policlinico universitario di Catanzaro. Ancora in convalescenza, l’arcivescovo emerito di Cosenza-Bisignano racconta la sua esperienza. «Sono stati giorni molto difficili» dice. «Fondamentali - aggiunge - è stato il vaccino. Mi ha protetto dalle conseguenze più devastanti della malattia». Assieme al vaccino, importanti sono state le cure ricevute. «Ringrazio per questo - continua Nunnari - il professor Carlo Torti del Policlinico universitario di Catanzaro e il professor Roberto Cauda del Policlinico universitario Gemelli di Roma».


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Il Covid sconfitto grazie al vaccino

Il già presidente della conferenza episcopale calabra spiega come grazie al vaccino abbia sconfitto il Covid. «Ho sperimentato l’efficacia dei vaccini in prima persona e ho toccato con mano – ancora le parole di monsignor Nunnari –  la professionalità e l’alto senso di umanità di questi medici. Il vaccino salva la vita». 

In molti hanno manifestato vicinanza all'arcivescovo. «Ringrazio tutti per la preghiera e l’accompagnamento costante», le parole di Nunnari. «Il mio pensiero orante va al personale medico e sanitario. In questo anno e mezzo è in prima linea accanto a chi soffre rischiando la propria vita». Un grazie, infine, all’equipe del reparto di malattie infettive del policlinico universitario di Catanzaro diretto dal professor Torti  che, ancora le parole dell'arcivescovo, «ogni giorno è vicina ai più fragili. Una realtà sanitaria di cui i calabresi devono andare fieri».

Articoli Correlati

Covid in Calabria

Covid in Calabria, numeri in calo: il bollettino

Ci sono altri due decessi in Calabria, ma cala il numero delle persone ricoverate in corsia. È quanto emerge dall’ultimo bollettino sull’emergenza Covid relativo alla nostra regione

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.