Avvenire di Calabria

Il sacerdote reggina ha pubblicato un volume scritto a quattro mani assieme alla studiosa Olga Balzano Melodia

”Il Messia segreto”, don Giovanni Zampaglione torna in libreria

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una studiosa e un sacerdote per un libro scritto a quattro mani. L'opera  dal titolo "Il Messia segreto: Le domeniche con Marco", vergata dalla studiosa Olga Balzano Melodia e don Giovanni Zampaglione, parroco di Marina di S.Lorenzo e Roghudi verrà presentata alle due comunità con le firme copie che verranno fatte in questi giorni. «Questo volume delle domeniche di Marco che il lettore ha tra le mani», dice la coautrice, Olga Balzano Melodia, «è un libro di pensieri, di riflessioni, di suggestioni per l'oggi. Questo Vangelo appare particolarmente vivace, spontaneo». Da parte sua, don Giovanni  Zampaglione precisa: «Ringrazio la studiosa Olga Balzano Melodia che ha collaborato con me nel realizzare questo volume dedicato alle domeniche di Marco. L'evangelista Marco ci racconta un Gesù sempre in azione che fa fatti e non parole» ci dice don Giovanni Zampaglione. È un volume che raccoglie solo le riflessioni inerenti le domeniche di Marco. «Spero che chi si accosta a questa lettura - sostengono gli autori - possa nutrirsi dello stesso amore che ha portato noi a riflettere e "scavare" nella Parola di Dio e nello studio di questo Vangelo. Abbiamo voluto dedicare questo libro ai nostri genitori che ci hanno dato un'educazione cristiana e ci hanno trasmesso i valori della vita. Ringraziamo la casa editrice Mimep Docete (Milano), pioneri della divulgazione della fede per mezzo della carta stampata in Italia e il signor Antonino Neri per la collaborazione informatica». I due autori regaleranno ad ogni lettore una piccola guida all'uso del sussidio per pregare la Parola.

Articoli Correlati

Torna la festa patronale a Marina di San Lorenzo

Torna la festa patronale a Marina di San Lorenzo

Il borgo grecanico si appresta a vivere i giorni della festa pur osservando tutte le restrizioni dovute al coronavirus. Sospese le attività civili che, negli anni, avevano allietato anche i paesi dell’hinterland.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.