Avvenire di Calabria

L'occasione è il cinquantesimo anniversario di sacerdozio. Pochi giorni fa, papa Francesco ha accettato le sue dimissioni

Il saluto di Renzo a Mileto sarà il 12 agosto

Primi passi per il nuovo amministratore apostolico Oliva che ha nominato monsignor Ramondino come Delegato ad omnia

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il saluto di Renzo a Mileto sarà il 12 agosto. L'occasione è il cinquantesimo anniversario di sacerdozio. Pochi giorni fa, papa Francesco ha accettato le sue dimissioni. La diocesi affidata a monsignor Oliva come amministratore apostolico.

Il saluto di Renzo a Mileto sarà il 12 agosto

Una nota ufficiale della diocesi di Mileto-Tropea-Nicotera conferma la data. Il 12 agosto 2021, monsignor Luigi Renzo saluterà la chiesa vibonese dopo 14 anni di guida pastorale. Lo stesso giorno, nel '71. ricevette l'ordinazione sacerdotale. Una data significativa per monsignor Renzo che, nel mese di luglio, sarà alle prese col passaggio di consegne con monsignor Oliva. Il nuovo amministratore apostolico ha già incontrato gli uffici di Curia e lo stesso Renzo.

Le conferme in Curia

L'incontro risale al 2 luglio, quando monsignor Oliva ha «compiuto – si legge in una nota della diocesi vibonese – formale ingresso nella Chiesa diocesana facendo visita al vescovo emerito, alla Basilica Cattedrale e ai locali della Curia vescovile, intrattenendosi con gli ufficiali di Curia».

In quella occasione, Oliva «ha firmato il decreto con il quale conferma, in forma delegata, il Vicario generale e i Vicari episcopali, e altresì tutti i responsabili degli uffici e degli incarichi pastorali già conferiti a livello diocesano».

Nello specifico sono stati confermati: monsignor Filippo Ramondino come Delegato ad omnia; monsignor Vincenzo Varone (Vicario per la pastorale) monsignor Gaetano Currà (Vicario per la cultura), padre Francesco La Ruffa (Vicario per la vita religiosa). Nonché il Vicario giudiziale, monsignor Saverio Di Bella e il Cancelliere, don Lucio Bellantoni.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.