Avvenire di Calabria

Il novello sacerdote darà manforte all'opera pastorale di monsignor Angelo Casile, da poco nominato Moderatore di Curia dall'arcivescovo

La comunità di san Bruno accoglie il nuovo viceparroco

Il prete si occuperà anche della parrocchia di Vito dove ha celebrato già la messa di insediamento: un arrivo accolto con gioia da tutti i fedeli

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La comunità di san Bruno accoglie il nuovo viceparroco. Il novello sacerdote darà manforte all'opera pastorale di monsignor Angelo Casile, da poco nominato Moderatore di Curia dall'arcivescovo.

San Bruno, ecco il viceparroco

«Ciò che si semina prima o poi fiorisce», così monsignor Angelo Casile, moderatore della Curia e parroco di san Bruno, il 28 settembre durante la Novena a san Bruno, ha presentato e salutato don Davide Tauro, sacerdote da pochi mesi, come viceparroco.

La comunità di san Bruno ha accolto don Davide Tauro con tanta gioia e tanta riconoscenza al Signore e a monsignor Fortunato Morrone, arcivescovo di Reggio Calabria - Bova.

All’inizio dell’omelia don Tauro ha prima di tutto ringraziato il Signore per questa chiamata nella chiamata, monsignor Casile per il suo affetto e la paternità delicata esercitata fin dai primissimi anni della sua formazione da seminarista e l'arcivescovo Morrone per averlo mandato a compiere quanto detto da Gesù: «Sono venuto per servire!».


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


L'ingresso a Vito

Successivamente, nella splendida cornice della chiesa di san Nicola di Bari in Vito, il 9 ottobre, don Tauro ha fatto il suo ingresso accompagnato da monsignor Casile e dai suoi cari genitori e familiari. La celebrazione ha visto la partecipazione festante della comunità parrocchiale che ha accolto con profonda gioia e fede don Tauro come propria guida e pastore.

All’inizio della celebrazione monsignor Casile ha letto la bolla di nomina e ha portato il saluto del vescovo Morrone, che è stato ringraziato da don Tauro, per la fiducia dimostratagli, e da tutta la comunità, per averle inviato un giovane presbitero.

La comunità ha salutato don Tauro garantendogli docilità e accoglienza, che si è subito manifestata nella gioia dei canti, nella cura della liturgia e poi nel buffet in piazza, preparato con il contributo di molti per la festa dopo la celebrazione.


PER APPROFONDIRE: «Timido, gentile e paterno». Il ritratto di don Mario Manca


L'omelia di Casile

Nell’omelia, monsignor Casile, ha commentato le letture del giorno sottolineando ciò che dobbiamo chiedere per don Tauro e per tutti noi presenti: la sapienza, il vivere la bellezza e la grandezza del Vangelo; un cuore pronto ad ascoltare la Parola per viverla; il seguire Gesù in una relazione personale, profonda capace di far risplendere ogni altra relazione. Gesù è l’unico tesoro che da’ senso alla nostra vita.

La celebrazione è stata allietata dalla benedizione per il 50esimo di nozze di Pino Marra e Enza Spinella, un particolare evento che ha fatto rifulgere la bellezza della vocazione cristiana che risplende nel matrimonio e nel sacerdozio. Alla fine della celebrazione, don Tauro ha ringraziato il Signore per il dono della vita, della fede e della vocazione: doni generati e custoditi grazie ai genitori, Carlo e Antonietta, visibilmente commossi.

Ha poi ringraziato l’arcivescovo e monsignor Casile per la fiducia e la paterna vicinanza; i suoi predecessori nella guida della comunità di Vito, che vive la propria fede nella chiesa di san Nicola e in quella di san Vincenzo; i due diaconi suoi amici fra Francesco Iermito e fra Francesco Vivona; quanti hanno partecipato con il loro servizio alla liturgia e al particolare evento e tutti i presenti. La festa in piazza ha espresso in serena allegria e in un clima splendidamente familiare l’affetto verso il nuovo viceparroco.

Articoli Correlati

parroco nonno

La storia del parroco nonno in Calabria

La storia del parroco nonno di in Calabria. Un uomo, dopo la scomparsa della moglie, è stato ordinato sacerdote. Oggi si divide tra la guida di una comunità parrocchiale e le vita coi figli e nipotini.

Settimana sociale diocesi Reggio Calabria - Bova

Settimana sociale, il racconto dei delegati reggini

Tra i 700 delegate e delegati provenienti da tutta Italia, insieme ad un centinaio di vescovi, sacerdoti e laici, e rappresentanti delle istituzioni e politica, anche la delegazione reggina con l’arcivescovo Morrone.

L'impegno della Caritas di Reggio Calabria nel post-lockdown

L’impegno della Caritas di Reggio Calabria nel post-lockdown

Conosciamo da vicino le numerose opere della Caritas dislocate sul territorio diocesano di Reggio Calabria – Bova. In particolare, va evidenziato il grande lavoro dei centri d’ascolto della Caritas diocesana che sono tre e con diverse ubicazioni in Città.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.