avveniredicalabria

Il messaggio di augurio e vicinanza a tutte le famiglie in difficoltà da parte del vescovo di Lungro, in vista delle imminenti festività natalizie

Natale, Oliverio, «che sia esperienza di incontro con il Signore»

Fabio Mandato

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Auguro a tutti voi un Natale che sia un’esperienza di vero incontro con il Signore "che si fa tenero Bambino", di vera accoglienza nel vostro cuore e nella vostra vita di Colui che, pur essendo impossibile ai cieli dei cieli contenerlo, si è fatto piccolo per essere accolto dal calore del nostro cuore». È quanto scrive nel messaggio per il Natale monsignor Donato Oliverio, vescovo di Lungro. «Occorre riacquistare la giusta dimensione spirituale e teologica della nascita di Cristo», osserva il presule, che evidenzia «l’autentica unione con Lui e con i nostri fratelli, nella ricchezza delle opere che nascono dall’amore», e in particolare «nella vera gioia, perché Iddio diventa per l’uomo il bene, la vita, la verità e perché noi tutti prendiamo parte alla divinità di Colui che si è degnato di rivestirsi della nostra umanità». Monsignor Oliverio, che richiama l'impegno della Chiesa italiana in questo tempo di pandemia, nonché il messaggio recente dei vescovi calabresi sul tema "Lo contempliamo nei suoi misteri", ricorda anche le famiglie: «Le diverse e, talvolta, sofferte condizioni di molte famiglie saranno al centro delle nostre preghiere individuali e comunitarie. Sappiamo che il bene della società passa anzitutto attraverso la serenità delle famiglie: auspichiamo, perciò, che le autorità civili le sostengano, con grande senso di responsabilità ed efficaci misure di vicinanza».

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.