Avvenire di Calabria

Nel pomeriggio, presso la sala del consiglio comunale di Cutro la riunione straordinaria del Governo

Naufragio Cutro, oggi il Consiglio dei ministri in Calabria

Sul tavolo dell'esecutivo importanti provvedimenti sull'immigrazione come annunciato alla vigilia dalla premier Meloni

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È il giorno del Consiglio dei ministri in Calabria. L’esecutivo è convocato per questo pomeriggio a Cutro, dove dieci giorni fa si è consumato il tragico naufragio di migranti in cui sono morte oltre 70 persone. Il governo Meloni si appresta ad approvare una serie di provvedimenti sull’immigrazione.

I contorni del provvedimento sui migranti che dovrebbe approdare sul tavolo del Consiglio dei ministri, convocato per oggi pomeriggio a Cutro, non sono ancora chiari.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Secondo indiscrezioni dovrebbe anche contenere un inasprimento delle pene per gli scafisti. All’indomani dell’incontro con la presidente del Consiglio Giorgia Meloni,  il vicepremier Matteo Salvini ha parlato di «un decreto importante, equilibrato, che introduce alcune regole di salvataggio e di sicurezza», spiegando che «il ministro dell’interno Piantedosi sta lavorando» a un provvedimento «che aiuta a garantire diritti a chi li ha, a salvare vite, che è la nostra missione, però garantisca l’allontanamento di chi non ha diritto di stare in Italia, come fanno tutti gli altri Paesi del mondo».

Questo decreto non era fra i provvedimenti all’ordine del giorno della riunione del pre-consiglio, inizialmente convocata per ieri pomeriggio alle 16 e poi slittata a oggi alle 8.30. Segno che, si ragiona nella maggioranza, ancora il decreto non è definito e si cercherà comunque di farlo passare sul tavolo della riunione preparatoria.

Non è stato ancora ufficializzato l’orario in cui si riunirà il Cdm nel paese della Calabria. Sullo sfondo del confronto e delle tensioni fra i partiti della maggioranza su questo tema c’è anche una proposta di legge della Lega che, proprio oggi, approda in commissione Affari costituzionali alla Camera, che impone una stretta dei permessi per gli immigrati, riproponendo le misure dei decreti sicurezza del 2018.


PER APPROFONDIRE: Naufragio di Cutro, giovedì Consiglio dei ministri in Calabria: l’ennesima passerella?


È stato intanto bloccato il trasferimento di tutte le salme delle vittime del naufragio da Crotone al cimitero musulmano di Bologna. Grazie alla mediazione della Prefettura si è riusciti a dare una risposta alle famiglie dei naufraghi che da ieri mattina protestavano contro il trasferimento. A Bologna andranno - con l’accordo delle famiglie - solo 14 salme per le quali il Comune di Cutro ha già rilasciato i certificati necessari. Altre 10 partiranno forse oggi.

Articoli Correlati

Sanità, fra carisma e diritto alla cura

La riflessione al 25° Convegno nazionale di Pastorale della Salute che si è svolto dal 7 al 15 maggio dal titolo: «Non ho nessuno che mi immerga. Universalità e diritto alle cure»