Avvenire di Calabria

Dagli enti locali c'è grande attesa per le determinazioni che la nuova classe politica nazionale assumerà per Reggio e la Calabria

Nuovo Governo, da Comune e Metrocity fiducia e attese

Brunetti e Versace invocano la via del dialogo: «Si prosegua sulla strada della collaborazione»

di Francesco Chindemi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Su quali priorità dovranno lavorare la nuova classe politica e il prossimo Governo? C’è grande attesa anche da parte di chi amministra i territori della città metropolitana di Reggio Calabria. E non mancano le richieste.

Nuovo Governo e Reggio Calabria, Brunetti: «Più attenzione per le imprese»

Paolo Brunetti, sindaco facente funzioni di Reggio Calabria, confida si prosegua sulla strada del dialogo e della collaborazione, «in continuità con quanto fatto fino ad oggi con gli ultimi governi non solo per il risanamento finanziario dell’ente. Abbiamo trovato compagni di viaggio affidabili e gli amministratori reggini sono stati riconosciuti come interlocutori credibili e concreti».


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Sul piano strettamente politico, l’ulteriore auspicio di Brunetti manifestato ad Avvenire di Calabria «è per un confronto scevro da preconcetti di partito, che consideri il Sud risorsa e non zavorra, mandando definitivamente in soffitta quell’idea di regionalismo differenziato che tanto male farebbe all’economia del Mezzogiorno. Reggio, al pari di altre grandi realtà del Sud, ha bisogno di una presenza vigile e costante dello Stato. Come nel resto d’Italia servono immediatamente interventi di calmierazione dei prezzi, specie sui costi dell’energia che minano, seriamente, la stabilità della piccola e media impresa, vera ossatura dell’economia reggina».

Governo, Versace: «Le principali sfide: Pnrr, ambiente e infrastrutture»

Il dirimpettaio della Metrocity di Reggio Calabria, Carmelo Versace, ritiene, invece, sia centrale nell'agenda del futuro Governo «il tema dei trasporti e delle infrastrutture». Per il sindaco facente funzioni della città metropolitana proprio da esso «discendono le politiche di sviluppo su cui siamo già al lavoro». Per questo - afferma ad Avvenire di Calabria - «ci attendiamo che il governo punti sul rilancio dell’aeroporto “Tito Minniti”, anche in un’ottica di realizzazione di quell’ambizioso progetto che prevede una conurbazione reale e fattiva fra le due sponde dello Stretto, con semplificazioni e sostegni che promuovano le interconnessioni tra le due città».

Anche per questo, aggiunge Versace, «servono politiche efficaci anche attraverso la spesa di fondi del Pnrr. Non è più rinviabile, poi, lo sviluppo del Porto di Gioia Tauro, del suo retroporto e della Zes, da sempre argomenti da campagna elettorale ma che, operativamente, non hanno mai trovato un riscontro oggettivo».


PER APPROFONDIRE: Il nuovo Governo parli sin da subito al territorio e ai calabresi


Altri temi centrale per l’agenda del futuro governo, a detta di Carmelo Versace, «la transizione ecologica, con il sostegno per la realizzazione di impianti di trattamento rifiuti. Gli interventi in materia di fabbisogno energetico (pensiamo ad esempio alla realizzazione del rigassificatore a Gioia Tauro). Ma anche la sanità da sviluppare e sostenere su tutto il territorio. Ci aspettiamo molto da questo governo perché, nonostante il momento storico particolarmente delicato - conclude il facente funzioni della metrocity - non mancano né risorse economiche né progetti di crescita».

Articoli Correlati

Calabria, la nuova sfida è la sostenibilità

“Tra terra e acqua: sfide e opportunità per una Calabria più sostenibile” è il tema della giornata di studio e approfondimento, organizzata dipartimento Territorio e Tutela dell’ambiente della Regione.