Avvenire di Calabria

Sabato 2 ottobre 2021 si celebra l'annuale festa dei nonni, ricorrenza civile che festeggia le nonne e i nonni

Oggi è la Festa dei nonni, il Papa: «Per favore non scartiamoli»

Recentemente papa Francesco si è rivolto proprio ai giovani lanciando un'alleanza con la terza età

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Oggi è la Festa dei nonni. Come ogni anno si rinnova l'appuntamento con gli auguri in occasione della memoria liturgica degli Angeli custodi. Recentemente il Santo Padre si è rivolto proprio ai giovani lanciando un'alleanza con la terza età. «Per favore non scartiamoli», ha detto Francesco.

Oggi è la Festa dei nonni

Sabato 2 ottobre 2021 si celebra l'annuale festa dei nonni, ricorrenza civile che festeggia le nonne, i nonni e la loro importanza e influenza sociale. Il giorno è stato stabilito con una legge del 2005, ha una ragione legata alla religione cattolica (ma non quella più scontata).


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


La scelta del 2 ottobre è legata al fatto che nel medesimo giorno il calendario cattolico dei Santi posiziona il ricordo liturgico degli angeli custodi: il collegamento implicito con i nonni è che sono gli angeli custodi dell'infanzia. Dunque lo stato italiano ha privilegiato questo aspetto, piuttosto che tracciare un parallelo con i genitori di Maria e nonni di Gesù, cioè i santi Gioacchino e Anna, che sono patroni dei nonni e che vengono celebrati il 26 luglio


PER APPROFONDIRE: Prendersi cura degli anziani non è tempo perso


Le parole del Papa

«Siamo passati tutti dalle ginocchia dei nonni, che ci hanno tenuti in braccio, è anche grazie a questo amore che siamo diventati adulti» ha dichiarato papa Francesco.

«Oggi c'è bisogno di una nuova alleanza tra giovani e anziani, - spiega Bergoglio - di condividere il tesoro comune della vita, di sognare insieme, di superare i conflitti tra generazioni per preparare il futuro di tutti».

«I nonni e gli anziani non sono degli avanzi di vita, degli scarti da buttare» conclude il Santo Padre «i nonni e gli anziani sono pane che nutre la nostra vita. Siamo grati per i loro occhi attenti, che si sono accorti di noi, per le loro ginocchia che ci hanno tenuto in braccio, per le loro mani che ci hanno accompagnato e sollevato, per i giochi che hanno fatto con noi e per le carezze con cui ci hanno consolato».

Articoli Correlati

La migrazione è ricchezza anche per chi accoglie

La migrazione può essere ricchezza per chi accoglie? In vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che si celebra il 25 settembre, il Papa ci offre tanti spunti di riflessione.