Avvenire di Calabria

L'iniziativa sostenuta dalla diocesi pianigiana ha visto coinvolte diverse realtà scolastiche del territorio

Oppido – Palmi, studenti in campo dicono «no» alla guerra

il match ospitato presso lo Stadio "Morreale-Proto" di Cittanova

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un calcio alla guerra. Parrocchia, associazione calcistica e istituti superiori di Cittanova, sono scesi su un campo da calcio per un match all'insegna dei valori sani dello sport, durante il quale si è voluto lanciare un significativo messaggio di pace.

La Parrocchia di San Girolamo di Cittanova, in collaborazione con l’A.S.D. Cittanova Calcio, l’Istituto Istruzione Superiore “V. Gerace” e il Liceo Scientifico “M. Guerrisi”, ha organizzato una partita di calcio fortemente voluta dai ragazzi delle Scuole Superiori Cittanovesi per raccogliere offerte volontarie da inviare alle persone in difficoltà a causa della guerra in Ucraina.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


L’iniziativa ha avuto per titolo “Un calcio alla guerra! I giovani insieme per l’Ucraina” e si è tenuta presso lo Stadio Comunale, il 12 Aprile 2022. Oltre 1500 giovani studenti hanno gremito gli spalti dello Stadio “Morreale-Proto”, accolti dal Parroco, don Letterio Festa, che ha aperto l’evento con i suoi saluti e i suoi ringraziamenti sottolineando i valori della solidarietà e della pace a cui i giovani devono fare costante riferimento per costruire un mondo migliore.

Dopo di lui, il Prof. Sergio Zappone, a nome della Dirigente del Liceo Scientifico “M. Guerrisi”, prof.ssa Clelia Bruzzì, ha esaltato il valore dello Sport come veicolo di non violenza e come occasione di unità e d’impegno. Quindi la Prof.ssa Federica Bellantonio, in rappresentanza della Prof.ssa Antonella Timpano, Dirigente scolastico dell’Istituto d’Istruzione Superiore “V. Gerace”, ha invitato gli alunni a vivere in pienezza il loro impegno per la costruzione di un mondo senza guerra e senza conflitti. Ha concluso i saluti l’intervento del dott. Tonino Mammone, Dirigente dell’A.S.D. Cittanova Calcio, a nome del Presidente, Sig. Rocco Guerrisi, Presidente dell’Associazione sportiva, presente a bordo campo, che ha esortato i numerosi giovani presenti a farsi promotori dei valori della pace e dell’unità tra i popoli, riconoscendo nello Sport un canale d’impegno e di sviluppo per il Territorio.

Le due squadre scese in campo per dare «un calcio alla guerra» hanno indossato i colori della bandiera ucraina. La squadra blu, capitanata da Burgisi Domenico, era composta da: Longo Giuseppe, Sorace Karol, Roselli Mattia,Greco Giuseppe, Seminara Angelo, D’Amato Salvatore, Borruto Adriano, Romeo Marcello, Borgese Samuele, Gerace Domenico, Bovalino Raffaele, Furfaro Giuseppe, Rao Marco, Malivindi Lucantonio, Furiglio Francesco, Alvaro Andrea, Romano Mattia, Albanese Serafino, Matteo Lucà, Alvaro Bartolomeo, Domenico Minutoli, Corica Giuseppe.

La squadra gialla, capitanata da Montalto Pio Michelangelo, era composta, invece, da: Cavalli Giuseppe, Furina Domenico, Spanò Michele, Marcuccio Stefano, Mandaglio Michelangelo, Cannatà Lorenzo, Belcastro Massimo, Scolaro Giovanni, Mandaglio Gabriele, D’Elia Giammarco, Marra Samuele, Bruzzese Martin, Scuderi Andrea, Taccone Giuseppe e Antico Vincenzo.

Un calcio alla guerra, le associazioni in campo

Un ruolo importante nell’organizzazione del significativo evento è stato svolto da Domenico Burgisi e dai Rappresentatati degli Alunni dell’Istituto “V. Gerace” Michelangelo Pio Montalto, Tommaso De Bartoli, Martina D’Agostino e Bernadette Valentino e del Liceo Scientifico “M. Guerrisi” Francesco Bianchino, Mattia Roselli, Giuseppe Malivindi e Antonio Rao. Importante la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, della Polizia di Stato, della Polizia Locale e dei Carabinieri di Cittanova, insieme all’Associazione Volontariato “Croce Verde”, al dottore Ettore Russo, alle ditte Tipografia Tigani e Grapich end Desing e ai signori Giovanni Trimarchi ed Eduardo Proto che hanno curato l’amplificazione e la telecronaca dell’evento sportivo.

A dirigere la partita e a garantire l’osservanza delle regole sportive, è stata la terna arbitrale composta dal Signor Valerio Navarino e dagli Assistenti Signori Domenico Luccisano e Michele Varamo della Sezione di Taurianova dell’Associazione Italiana Arbitri.

La partita, il cui incasso, raccolto tra gli studenti e i docenti degli Istituti scolastici coinvolti è stato completamente devoluto alla Caritas diocesana in favore delle popolazioni ucraine, si è conclusa con il risultato di 6-0 in favore della Squadra blu ma a vincere sono stati lo Sport e la pace.

Articoli Correlati

food security

Food Security, scenario da tutelare

Tra gli effetti “collaterali” della guerra c’è un innalzamento dei costi delle materie prima alla base del ciclo produttivo alimentare.

Savino (Cei) in Moldavia, visita al vescovo di Chisinau

Dopo essere stato ad Odessa, in Ucraina, in rappresentanza della Cei in occasione della tappa della Carovana della Pace, il vescovo Savino è stato in Moldavia: dall’inizio della guerra, qui accolti oltre 400 mila profughi.