avveniredicalabria

Presente anche il prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, e il sindaco di Samo, Giovambattista Bruzzaniti

Parco Aspromonte: si illumina Precacore, borgo antico di Samo

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Accordo di Programma tra Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e Amministrazione Comunale, siglato con l’obiettivo del recupero architettonico, della messa in sicurezza della rupe e della valorizzazione culturale di Precacore, “centra” un altro importante risultato. L’antico borgo, infatti, ha vinto il buio dei decenni riconquistando la luce grazie ad un innovativo impianto di illuminazione a risparmio energetico. Alla suggestiva cerimonia di inaugurazione, oltre al Sindaco di Samo Giovambattista Bruzzaniti e al Presidente del Parco Giuseppe Bombino, ha preso parte anche il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, quale segno di attenzione alle comunità aspromontane e di condivisione delle iniziative che il Parco Nazionale promuove per il progresso culturale e socio-economico del territorio. L’intervento, concepito e realizzato nel rispetto dei valori paesaggistici ed ambientali tutelati dal Parco Nazionale, interessa tutto il percorso pedonale che dal vallone Santa Caterina conduce fino alla sommità della rupe di Precacore, l’antico insediamento meta di molti visitatori.

«L’opera - ha esordito il sindaco Giovambattista Bruzzaniti - è la testimonianza della proficua collaborazione intrapresa con l’Ente Parco; l’attuazione dell'Accordo di Programma siglato, consentirà, a breve, di aprire al pubblico l’antica chiesa di San Giovanni, restituendo alla fruizione un ulteriore attrattore storico-culturale». «La luce - ha spiegato nel suo intervento il Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte Giuseppe Bombino - rimanda a più evocativi riferimenti e profondi significati che dedichiamo ai giovani di Samo, affinché possano rintracciare il proprio cammino nella terra che abitano e sperimentare forme di accoglienza e di ospitalità diffusa intorno al turismo naturalistico e culturale». A chiudere gli interventi il Prefetto di Reggio Calabria Michele Di Bari: «Auguro che questa luce sia speranza per l’intera comunità di Samo; invito i giovani, in particolare, a riconoscersi sempre più nei valori della legalità, per poter vincere la rassegnazione e la paura che spesso conducono all’abbandono dei luoghi più cari».

Presenti alla cerimonia di inaugurazione anche i Sindaci di Africo (Francesco Bruzzaniti), Bianco (Aldo Canturi), Caraffa del Bianco (Stefano Marrapodi), Sant’Agata del Bianco (Domenico Stranieri, anche nella qualità di Consigliere del Parco Nazionale) e il Comandante del Gruppo Carabinieri di Locri (Tenente Colonnello Gabriele De Pascalis).

Foto: tuttosamo.it

Articoli Correlati

Un richiamo d’allarme: l’iniziativa "Puliamo l’Aspromonte"

Ripulita l’area picnic di Tre Aie a Gambarie. Ai fruitori e agli amministratori: «Occorrono misure adeguate per incentivare la cultura del rispetto dei luoghi e nuove pratiche comportamentali a tutela dell’Aspromonte, della sua integrità e bellezza»

Abusivismo edilizio nel Parco Nazionale dell’Aspromonte

I carabinieri forestali hanno deferito in stato di libertà un 59enne e un 56enne incensurati: si erano resi autori della realizzazione di un fabbricato a tre piani sito in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale, dentro il Parco d’Aspromonte

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.