Avvenire di Calabria

Dubbi per la retroguardia amaranto dopo la debaclé col Matera

Reggina, a Vibo sarà il turno di Ameth Lo?

Enzo La Piana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Reggina riflette sul ko di domenica e prepara il derby tutto calabro con la Vibonese, proseguendo nel suo programma di lavoro al centro sportivo Sant'Agata. Dopo la batosta casalinga, diventa necessario tornare a far punti per evitare di farsi risucchiare nella parte bassa della graduatoria. La parte potenzialmente più burrascosa del calendario, è già alle spalle per la Reggina,che ha già affrontato cinque delle prime sei forze del torneo nelle prime dieci giornate. La debacle di domenica scorsa, per fortuna non ha creato eccessivi danni in classifica e gli amaranto di Zeman dovranno riprendere subito la marcia. Per la trasferta in quel di Vibo, torna a disposizione Andrea Romanò che ha recuperato dall'infortunio, mentre il tecnico amaranto è impegnato a recuperare psicologicamente i suoi giocatori.La solita sgambatura settimanale, programmata da Karel Zeman contro la Berretti guidata da Vargas, svolta sotto una pioggia battente, non ha fornito molte indicazioni sulla formazione che affronterà la formazione di mister Costantino, mentre è di queste ore la notizia che il ricorso del club amaranto avverso la squalifica per due giornate di Kosnic è stato respinto. Il difensore serbo, dovrà saltare così anche la gara in programma domenica prossima al Razza di Vibo Valentia e Zeman, dovrà trovare il sostituto da affiancare Gianola. Ci si affiderà ancora a De Bode? In caso contrario,potrebbero essere messi in preallarme, Cucinotti e Ameth Lo(mai impiegato in questo scorcio di campionato), che intanto scaldano il motore. Da prendere in considerazione anche il possibile inserimento a centrocampo di Bangu dal primo minuto, mentre bisognerà capire se ci sarà la riconferma di Oggiano o si farà ricorso a qualche altra soluzione alternativa.Al momento, l’unica certezza in attacco, è l’asse Porcino-Coralli,che ha prodotto assist e gol,anche se la punta amaranto in diffida, dovrà fare molta attenzione a non cadere nella trappola della provocazione dei difensori avversari che, in caso di ennesima ammonizione, farebbe scattare la temuta squalifica. Comunque sia, l’imperativo per la squadra del Presidente Paticò è “rialzarsi”, visto che i favori del pronostico dovrebbero propendere per la Reggina,che dovrà fare molta attenzione a non sottovalutare un avversario che punta come gli amaranto a mantenere la categoria e che dopo qualche risultato negativo ha voglia di rivalsa. A Vibo servirà quindi correre e tirare fuori quell’orgoglio che ha caratterizzato questo primo scorcio di campionato del club amaranto ,che dovrà ritornare a percorrere il cammino momentaneamente interrotto.

Articoli Correlati

Monsignor Morosini chiama Mario Situm: «Grazie»

Dopo la gara di venerdì scorso a Venezia, l’amministratore apostolico di Reggio Calabria ha chiamato l’ala sinistra della Reggina. Il calciatore aveva dedicato il gol e la vittoria a Gesù: «Hai avuto coraggio: il coraggio dei semplici» ha detto il presule.

Reggio, si lavora allo sviluppo del Sant’Agata e del Granillo

Si è svolto questa mattina a Palazzo San Giorgio, l’incontro tra il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà e i vertici della società amaranto. Si è parlato dei rapporti tra gli Enti territoriali e la Reggina 1914 per le prospettive di sviluppo.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.