Avvenire di Calabria

Avviata grazie al progetto nato nella diocesi di Reggio Calabria che si propone di accompagnare i giovani nel mondo del lavoro e nei percorsi verso l'autoimprenditorialità

Reggio Calabria, apre in città la prima attività sostenuta da Job in Progress

Protagonista è una donna di origine marocchina di nazionalità italiana, arrivata giovanissima in Italia. Venuta a conoscenza dell'iniziativa ha trovato il giusto supporto per rendere concreta la sua passione

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Giovedì 7 dicembre 2023 grazie al supporto del Progetto Job in Progress. Patto multisettoriale per il Lavoro nella Città Metropolitana di Reggio Calabria alzerà la saracinesca un nuovo locale commerciale una biscotteria e pasticceria, "Sablee Prestige", gestito da Nezha Rafik.

Così "Job in Progress" ha supportato Nezha

Nezha è una donna marocchina con cittadinanza italiana, arrivata in Italia molto giovane e con alle spalle una storia di lavoro ed esperienza che le hanno permesso sin da ragazza di mantenersi e di contribuire economicamente al mantenimento della sua famiglia.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Molto presto Nezha ha imparato, dalle donne della sua famiglia, l’arte dell’accoglienza e della preparazione del cibo. In modo particolare si rivela il suo talento nei lievitati, nella preparazione dei dolci e delle pietanze tipiche della cultura araba.

L'incontro culturale, grazie all'arte culinaria

Arrivata in Italia ha velocemente fatto sue le ricette italiane e calabresi creando un perfetto sincretismo culturale e gastronomico in particolare. Qualche anno fa ha iniziato a immaginare di avviare un’attività autonoma che non è riuscita da sola a sviluppare.

Il desiderio è rimasto dunque latente per qualche anno, fino a quando non ha sentito parlare del Progetto Job in Progress. Patto multisettoriale per il Lavoro nella Città Metropolitana di Reggio Calabria. Lo ha contattato e il sogno ha iniziato a prendere forma!

Lavoro e creatività, che cos'è il progetto "Job in Progress"

Job in Progress offre ai giovani della Città Metropolitana di Reggio Calabria, concrete opportunità di trovare lavoro e creare impresa secondo le aspirazioni e le competenze di ciascuno. Non solo creare nuova occupazione per i giovani ma anche lasciare spazio al cambiamento e all’innovazione, verso la visione di una città che sia più inclusiva, produttiva e creativa per tutti; una città in cui ci sia spazio per i giovani che desiderano creare lavoro attraverso la creazione di impresa.


PER APPROFONDIRE: Job in Progress... Una via per il futuro


Ciò è reso possibile grazie ad una rete competente di soggetti pubblici e privati che cooperano in uno spirito inclusivo, coesivo e pastorale e sono presenti sul territorio, nei Comuni marittimi, collinari e montani della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Il giovane che vuole trovare un’occupazione o creare impresa troverà persone qualificate e competenti che materialmente lo aiuteranno nel suo percorso imprenditoriale e lavorativo, in modo gratuito. 

Job in progress è promosso dai Soggetti Proponenti: Arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova. Ufficio per i Problemi Sociali e il Lavoro; Diocesi di Locri Gerace – Ufficio per i Problemi Sociali e il Lavoro; Diocesi di Oppido Mamertina Palmi - Ufficio per i Problemi Sociali e il Lavoro;  Camera di Commercio di Reggio Calabria. È realizzato da 24 Soggetti Attuatori tra cui: Associazioni di Categoria; Ordini Professionali; Associazioni giovanili; Associazioni; Sindacati e altri Enti (Università e istituti di formazione).

Dall'idea all'allestimento, Nezha accompagnata in tutte le fasi

Il Progetto Job in Progress ha accompagnato Nezha durante tutte le delicate fasi del processo di creazione di impresa; l’ha aiutata ad aumentare le sue competenze imprenditoriali e manageriali. Ha ricevuto un’offerta integrata di attività di orientamento, formazione, assistenza e supporto indirizzata a rispondere ai diversi bisogni dello start up e post-start up di impresa.

Sablé Prestige è l’esito di un percorso di accompagnamento che si è concretizzato dopo uno valutazione ed uno studio di fattibilità dell’iniziativa. Spiega Monica Tripodi, coordinatrice del Progetto Job in Progress: «Abbiamo proposto di sviluppare un business plan da allegare alla richiesta di finanziamento FROIS, LINEA 1 - Microcredito per l'Occupazione e l'Inclusione (MOI) promosso dalla Regione Calabria, tramite il quale era possibile richiedere un finanziamento a tasso zero fino ad euro 40.000,00, senza nessuna garanzia.  In data 29 maggio 2023 è stato presentata la richiesta di finanziamento con allegato Business plan».


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Whatsapp: VAI AL CANALE


«Fincalabra spa, soggetto gestore e società in house della Regione Calabria, con PEC del 13 luglio 2023 informava la signora Rafik che le è stato concesso il finanziamento di € 36.647,32 con un’ulteriore sovvenzione a fondo perduto di €. 9.161,83. oltre ad un contributo a fondo perduto nella misura massima del 25% delle spese ammissibili sotto forma di finanziamento», ancora Tripodi.

Successivamente sono stati calendarizzati altri incontri necessari per inviare la documentazione richiesti da Fincalabra: Registrazione della nuova attività alla Camera di Commercio come Inattiva, Certificato attribuzione partita IVA, titolo attestante la disponibilità del locale, contratto di locazione commerciale.

Da passione a lavoro, pronta a iniziare la nuova avventura

«Da settembre è stato un susseguirsi di incontri per pianificare l’ inizio del corso SAB (Somministrazioni alimenti e Bevande) ed HACCP, formazione indispensabile per poter iniziare l’attività», racconta ancora Monica Tripodi.

Infine la signora Rafik ha sottoscritto gli ordini delle attrezzature, definizione del progetto tecnico e della progettazione degli impianti, inizio sistemazione dei locali, fino ad arrivare alla consegna dell’arredamento. Ottenute le autorizzazioni tecniche e sanitarie previste dalla legge, è pronta a iniziare questa sua nuova avventura che nasce dalla passione per la cucina, accresciuta al suo arrivo in Italia. A questo punto non resta altro che augurare alla signora Nezha "buon lavoro!".

Articoli Correlati

Cutro, sacrificio inutile? Un anno di indifferenza

Oggi è il primo anniversario del naufragio, costato la vita a 94 persone (altre venti risultano ancora disperse) che speravano di trovare un futuro migliore in Italia ed in Europa. Cosa è cambiato?