Avvenire di Calabria

Il gruppo superato il momento di difficoltà dovuto alla chiusura delle attività ha ricominciato ad incontrare i ragazzi e le ragazze

San Gregorio, riparte l’attività degli Scout Cattolici d’Europa

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Anche gli scout dell’Associazione Italiana Guide e Scout Cattolici d’Europa del Reggio Calabria 11, nel quartiere periferico di San Gregorio, hanno nuovamente indossato lo zaino in spalla riprendendo le attività che avevano interrotto causa Covid. Una emergenza sanitaria giunta proprio nel momento in cui il gruppo stava allestendo le stanze delle varie branche. 

“Il lockdown – ha detto la capo gruppo Marianna Maresca - ha causato problematiche non indifferenti al gruppo che si auto sostiene nelle spese gestionali della sede: difficoltà delle famiglie, perdita di lavoro, cassa integrazione, e necessità di attrezzarsi per mettere in sicurezza i locali secondo le disposizioni ministeriali che determinano complessità riflesse sulla sussistenza dello stesso”. 

Ma il gruppo superato il momento di difficoltà dovuto alla chiusura delle attività ha ricominciato ad incontrare i ragazzi e le ragazze. E cosi, piano piano, e con tutte le cautele e precauzioni previste dalla legge sono ripresi gli incontri e le attività. Questa estate le Coccinelle hanno fatto la loro Promessa, gli Esploratori e le Guide hanno fatto le loro uscite ed anche un mini campo estivo di 4 giorni. Ad agosto si è svolta anche un’uscita di interclan dei nostri Rover. 

“Noi – continua Marianna Maresca – abbiamo ripreso le nostre attività, ma siamo ben consapevoli che quello che stiamo attraversando è un periodo storico difficile. Ma noi scout ci prodighiamo perché nessuno rimanga indietro, nessuna famiglia esclusa. Si vuole far crescere la passione per lo scoutismo che anima i ragazzi, quella passione che è energia vitale per i giovani che saranno gli uomini del domani, quel mondo che permette ai ragazzi di realizzare il sogno di giocare imparando a crescere. Facciamo questo con la passione scout che ci anima quotidianamente, grazie anche all’aiuto del Signore che ci segue ad ogni nostro passo, manifestandosi con la Divina Provvidenza che ci ha accompagnato sin dalla nascita del Gruppo ”.  

 

 

Articoli Correlati

Il santo del giorno del 27 luglio è san Pantaleone

Il santo del giorno del 27 luglio è san Pantaleone

San Pantaleone compare sia nel gruppo greco dei medici «anargiri» sia nel gruppo occidentale dei Quattordici Intercessori. Un santo che “unisce” la Laguna veneziana all’Area grecanica reggina. Scopri perché.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.