Avvenire di Calabria

E l'agente immobiliare che seguiva l'affare abbandona l'affittuario

Sei calabrese? Niente affitto. Succede a Mantova

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Stanno arrivando molti attestati di solidarietà concreta alla professoressa calabrese che nei giorni scorsi aveva denunciato di essersi imbattuta nella discriminazione di un padrone di casa che non le aveva affittato l'abitazione perché "terrona". Alla donna, che insegna alla scuola media di Suzzara, è arrivata adesso la proposta di una casa in affitto. Un proprietario di Mantova, infatti, in una lettera scritta alla Gazzetta di Mantova, ha detto di aver ristrutturato una casetta indipendente e di poterla affittare alla professoressa da settembre a giugno. Altre proposte stanno arrivando alla donna, che si era rivolta a un agente immobiliare per trovare un alloggio da affittare: "Il mio cliente non affitta agli insegnanti e nemmeno ai meridionali e agli extracomunitari", si era sentita rispondere. "Mi sono sentita offesa nella mia dignità di persona", aveva reagito la docente, apprezzando la decisione dell'agente immobiliare di abbandonare quel cliente.

Articoli Correlati

Cittadella dell’Immacolata, oasi di pace per i bimbi ucraini

Dagli scenari di guerra alla protezione della Cittadella dell’Immacolata di Bagnara: bambini ucraini in fuga ritrovano la pace nell’estremo lembo dello Stivale e, soprattutto, la gioia di poter giocare nuovamente insieme, senza alcun pericolo.

Violenza di genere, la mamma ferita: «Così sono rinata»

Una storia di maltrattamenti consumata tra le mura domestiche, può trasformarsi in un vero e proprio esempio per quante hanno ancora paura di dire «basta». La testimonianza della giovane donna, finalmente uscita dal tunnel in cui era piombata: «Oggi mi sento finalmente donna, grazie al Centro antiviolenza “Angela Morabito” di Reggio Calabria e all’amore di mia figlia»