Avvenire di Calabria

Si rinnova per il quarto anno consecutivo l'ormai tradizionale appuntamento promosso insieme a Confartigianato e Fondazione Symbola

L’apprendista e il maestro imprenditore, la statuina del presepe di Coldiretti donata al vescovo Maniago

Con questa iniziativa legata all'universalità del messaggio cristiano della Natività, si vuole rilanciare un forte messaggio di fiducia per il futuro

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si rinnova anche quest'anno, l'ormai tradizionale appuntamento promosso da Coldiretti, Confartigianato e Fondazione Symbola che ha come obiettivo: aggiungere al presepe figure che "parlino" del presente, ma anche del futuro.

Nel presepe di quest'anno, l'apprendista con il maestro imprenditore

Quest'anno il personaggio del presepe scelto è l'apprendista con il maestro imprenditore. La statuina è stata donata all'arcivescovo di Catanzaro - Squillace, monsignor Claudio Maniago dai presidenti di Coldiretti Catanzaro-Crotone e Vibo Valentia Fabio Borrello e di Confartigianato Vincenzo Bifano.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Come ormai tradizione, che si rinnova per il quarto anno consecutivo, la statuina del presepe donata rappresenta, in sé, un particolare messaggio: quest'anno oltre che un auspicio e un augurio, vuole simboleggiare la trasmissione del saper fare attraverso le generazioni. Una consegna, insomma, per il futuro.

Un significato che assume ancor più valore proprio nell'anno della celebrazione degli 800 anni della prima rappresentazione a Greccio del presepe ad opera di San Francesco d'Assisi. «Una tradizione importante per il nostro Paese, che va anche al di là della religiosità, perché spesso rappresenta epoche e modi di vivere che si evolvono così come i cambiamenti che intervengono nella nostra società», spiegano in una nota Coldiretti e Confartigianato. 

L'augurio di Maniago: «Agricoltura e artigianato, settori fondamentali per il futuro della Calabria»

Da alcuni anni, Confartigianato, Coldiretti e Fondazione Symbola, anche per valorizzare il lavoro artigianale e agricolo, promuovono la creazione di una nuova statuina da presepe, per accendere un faro sui cambiamenti e sulle peculiarità della società italiana.


PER APPROFONDIRE: I cibi baciati dal sole fanno bene alla salute, l'opinione di Coldiretti


Nel ricevere la statuina del presepe, l’arcivescovo Maniago ha ringraziato per il dono assicurando particolare attenzione all’agricoltura e artigianato che rappresentano attività economiche, capaci di sviluppo e di continua innovazione.

Borrello e Bifano hanno ringraziato il presule toscano per il «suo alto magistero, che invita costantemente ad essere audaci per attraversare, affrontare e vincere le grandi crisi di senso e di significato che la storia ci presenta, ma anche le risposte in senso personale e comunitario all’escalation globale di guerre e odio».

Articoli Correlati

Cutro, sacrificio inutile? Un anno di indifferenza

Oggi è il primo anniversario del naufragio, costato la vita a 94 persone (altre venti risultano ancora disperse) che speravano di trovare un futuro migliore in Italia ed in Europa. Cosa è cambiato?