Avvenire di Calabria

A proporlo la Congregazione delle Suore Veroniche del Volto Santo

Sulle orme di San Gaetano Catanoso: ecco il tour religioso

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un tour religioso e culturale che percorre i luoghi della vita di San Gaetano Catanoso, con la visita guidata del territorio in cui è nato e ha svolto la sua opera. A realizzarlo e proporlo è la Congregazione delle suore Veroniche del Volto Santo.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


È rivolto, in particolare, alle scuole e ai gruppi di preghiera delle parrocchie del territorio della diocesi di Reggio Calabria - Bova, con l’intento di far conoscere l’umanità e l’universalità del messaggio di San Gaetano Catanoso. Le tappe del percorso mettono in scena non solo la vita del primo sacerdote della diocesi reggina ad esser proclamato Santo, ma anche del territorio in cui ha lasciato la sua opera: la cultura contadina, le tradizioni e la profonda religiosità della gente dei borghi dell’area grecanica della Città metropolitana.

Un itinerario secondo le tappe della vita di San Gaetano Catanoso

L’itinerario, non a caso, è articolato secondo la cronologia legata ai rispettivi territori in cui ha vissuto ed esercitato il suo servizio San Gaetano Catanoso. La prima tappa di questo tour religioso è proprio Chorio di San Lorenzo. Il centro grecanico, adagiato sulle colline della costa ionica è il paese natale del santo. Tra i luoghi della visita, c’è proprio la casa in cui San Gaetano è nato.


PER APPROFONDIRE: «Padre Catanoso, il santo della semplicità»


Tra gli altri suggestivi luoghi in cui il fondatore delle Veroniche del Volto Santo ha vissuto, c’è poi l’antico borgo di Pentedattilo, contesto in cui nel 1904, un giovane san Gaetano Catanoso veniva ordinato sacerdote per poi svolgere la sua missione con abnegazione e amore, condividendo la vita quotidiana dei suoi parrocchiani fatta di stenti e privazioni.

Il Santuario del Volto Santo

L’itinerario prevede poi la visita al Santuario del Volto Santo, voluto proprio del Santo che vi trascorse qui gli ultimi anni della sua vita e oggi ne custodisce le spoglie. Spazio poi alle visite dei monumenti e ai siti culturali religiosi e non solo della città di Reggio Calabria. Tra le tappe conclusive del tour religioso ci sono anche alcune chiese della città. Tra esse la parrocchia di Santa Maria della Candelora, dove San Gaetano Catanoso fu parroco per quasi vent’anni, dal 1921 al 1940.

Articoli Correlati

cantiere sinodale reggio bova

Reggio-Bova, il “cantiere” sinodale riparte dall’esempio di Betania

«Nessuno si salva da solo», la due giorni vissuta al Soccorso restituisce argomenti per il laicato reggino. La riflessione del Segretario Consulta diocesana per le Aggregazioni Laicali sull’inizio del nuovo anno pastorale: «Gettare la maschera di discussioni e scetticismi che ci fanno camminare col freno a mano tirato».

Oggi la Chiesa ricorda padre Pio da Pietralcina

Il Santo del giorno, la Chiesa ricorda Padre Pio

Oggi la Chiesa ricorda padre Pio da Pietrelcina. Il 23 settembre è il giorno del Santo. Il Martirologio romano, nel ricordarne le virtù, ne esalta anche l’impegno «nella direzione spirituale dei fedeli e nella riconciliazione dei penitenti», oltre a «tanta provvidente cura verso i bisognosi e i poveri»