Avvenire di Calabria

Appello per la Colletta del Venerdì Santo: "I cristiani della Terra Santa devono essere orgogliosi della loro fede, ma vanno sostenuti"

Terra Santa, Patton: «Cristiani locali essenziali per la Chiesa»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«I cristiani di Terra Santa sono una realtà fondamentale per la vita di tutta la Chiesa. Sono convinto che ci debba essere sempre un collegamento stretto tra loro e la Chiesa universale. Questo collegamento è rappresentato, in tempi di normalità, anche dai pellegrini di tutto il mondo. In questo modo le comunità cristiane locali sentono di far parte di una grande famiglia e sperimentare l’appartenenza alla Chiesa universale». A ricordarlo è stato il custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, che ieri sera ha portato la sua testimonianza in un incontro online promosso dall’Associazione “Aiuto Bambini Betlemme” dal tema “Essere cristiani in Terra Santa”.

«Le comunità locali – ha aggiunto il custode – rappresentano, a loro volta, per la Chiesa universale il legame che la tiene unita alla Chiesa madre di Gerusalemme i cui fedeli hanno resistito lungo i secoli passando anche attraverso tempi di persecuzione». Nel suo intervento il custode si è soffermato anche ad analizzare l’impatto del Covid-19 sulla vita delle comunità cristiane locali la cui economia si basa in particolare sul turismo e sui pellegrinaggi, bloccati dalla pandemia.
«I cristiani di Terra Santa – ha detto padre Patton – devono essere orgogliosi e fieri della loro fede, ma devono essere anche tutelati e sostenuti perché vivono in situazioni non facili. La Colletta per la Terra Santa – che si celebra domani, Venerdì Santo, istituita da Paolo VI proprio per sovvenire ai bisogni dei cristiani locali – è un modo per aiutarli e per riconoscerci uniti nella fede».
Agensir (D.R.)
 

Articoli Correlati

Il pastore ad Acs: «Invocate il rilascio di Leah Sharibu!»

Giovanissima cristiana nigeriana catturata da un gruppo terroristico islamista. La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre intervista il reverendo Gideon Para-Mallam, missionario protestante e presidente della Para-Mallam Peace Foundation

I Commissariati di Terra Santa compiono 600 anni

Domani le celebrazioni con una serie di eventi, lo riferisce la stessa Custodia sul suo sito ufficiale: “Nonostante il periodo di sconforto in cui ci troviamo, vogliamo celebrare questo istituto e dire grazie a Dio e alla Chiesa”

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.