Avvenire di Calabria

Nell’ambito del progetto “L’arte racconta”, sabato l'esibizione del Conservatorio reggino

Torna la musica dal vivo grazie al concerto del Cilea in Cattedrale

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il concerto si è tenuto sabato sera nella Basilica Cattedrale di Reggio Calabria su iniziativa del Museo “Aurelio Sorrentino”. Ha sancito un ritorno alla musica dal vivo, con protagonista l’Ensemble vocale e strumentale del Conservatorio di musica “Francesco Cilea” che ha visto allievi e maestri della prestigiosa istituzione musicale reggina cimentarsi con musiche e brani di di Purcell, Scheidt, Lasso, Palestrina, Gumpelzhaimer, Rossini, Handel, Gomez, Pergolesi, Caccini, Bach, Arcadelt e Mozart.

L’opportunità di riassaporare il piacere dell’ascolto in presenza

All’interno del Duomo si è respirata un'atmosfera emozionante, nonostante le presenze contingentate per via delle disposizioni anticovid. Il pubblico ha apprezzato le esecuzioni dei musicisti Andrea Bruzzese e Giovanni Votano (trombe), Ida Spanò e Valentina Suraci (tromboni), Gabriele Delfino (basso tuba) e le interpretazioni dei cantanti, la soprano Martina Decaria, i contralti Iside Gurnari, Francesca Crea e Concetta Papalia, i bassi Angelo Parisi, Domenico Cagliuso e Alex Franzò, accompagnati al pianoforte da Francesco Aliberti.

L’arte racconta…in musica

L’evento che si è svolto in Cattedrale lo scorso fine settimana è tra gli appuntamenti previsti nell’ambito del percorso artistico-culturale “L’arte racconta. Icone del Rinascimento: dal marmo al digitale”, promosso dal Museo diocesano di Reggio Calabria. Tra gli appuntamenti in programma, sono previsti anche concerti all’insegna della musica classica e sacra.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.