Avvenire di Calabria

Sospeso il provvedimento del Tar del Lazio che aveva reintegrato sindaco e consiglieri

Tropea, Consiglio di Stato conferma le infiltrazioni in Comune

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Consiglio di Stato ha sospeso il provvedimento con cui il Tar del Lazio aveva reintegrato il consiglio comunale di Tropea, che era stato sciolto per infiltrazioni mafiose nell’agosto del 2016. In attesa della sentenza di merito, dunque, l’ordinanza del Consiglio di Stato riporta in vigore il decreto di scioglimento, che il Tar aveva invece deciso di sospendere accogliendo il ricorso presentato dall’ex sindaco Giuseppe Rodolico e di due ex assessori, contro i quali si era costituito in giudizio il ministero dell’Interno.
Dopo il reintegro dell’amministrazione Rodolico, dunque, il Comune di Tropea sarà di nuovo commissariato in attesa della decisione definitiva del massimo organo della giustizia amministrativa.

Articoli Correlati

Don Mottola Beato, Oliva scrive a tutti i fedeli

Il 10 ottobre don Francesco Mottola sarà Beato. In vista di un evento storico non solo per Tropea, ma per l’intera regione, monsignor Oliva scrive una lettera a tutti i fedeli della Calabria.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.