Avvenire di Calabria

Dossier: aumenta il numero di chi non può permettersi le cure

Un altra sanità, più solidale, è possibile

Federico Minniti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Mentre agli Ospedali Riuniti si pone il termine allo spreco di risorse pubbliche inaugurando il reparto di Cardiochirurgia e altri nuovi presidi rinnovati all'interno del nosocomio cittadino, abbiamo incontrato il presidente del centro di medicina solidale, Ace, il dottor Carmelo Caserta che ci ha parlato di un'esperienza innovativa e necessaria. Sempre di più sono, infatti, le persone che decidono di non sottoporsi alle cure mediche per motivi economici. Ace prova a dare una risposta, ma non è l'unica: ci sono anche i medici volontari dell'ambulatorio sociale del CvX a Reggio Calabria. Opere faraoniche? Contraria anche una consigliera comunale del Partito Democratico, Paola Serranò che ospitiamo nel nostro settimanale domenica in edicola insieme ad Avvenire.

Altro focus interessante, con le riflessioni di Mimmo Nasone, padre Giovanni Ladiana ed Ettore Triolo, sul clima intimidatorio che si respira a Reggio Calabria all'indomani della presenza del Quadro della Madonna della Consolazione a Santa Venere e Archi. Un tentativo per risvegliare una coscienza collettiva che appare assopita. E ancora: l'analisi del nuovo protocollo di vigilanza tra Anac, Prefettura e Comune di Reggio Calabria sugli appalti pubblici e l'allarme dal Canalone di San Ferdinando dove adesso anche l'Arpacal ritiene la situazione altamente pericolosa.

Tanti gli spunti dalla vita ecclesiale regionale e diocesana: dal Giubileo dei detenuti con la massiccia e significativa partecipazione della delegazione reggina alla scelta di monsignor Oliva di "rifiutare" dei soldi sporchi per rifare il tetto di una Chiesa. Giovani, bambini e parrocchie a colorare le nostre pagine.

Queste e tante altre le storie che troverete domenica mattina in edicola acquistando L'Avvenire di Calabria insieme ad Avvenire. Puoi consultarlo anche quì: lettura online.

Articoli Correlati

Reggio Calabria ricorda don Domenico Farias

Reggio Calabria ricorda don Domenico Farias

Diciannove anni fa ci lasciava il sacerdote reggino, don Domenico Farias. Era il 7 luglio 2002. Don Farias lasciò tutti i suoi averi alla diocesi. A lui è stata intitolata la Biblioteca diocesana.

La Caritas reggina festeggia mezzo secolo di servizio.

La Caritas reggina festeggia mezzo secolo di servizio: reportage in edicola

L’apertura dell’ultimo numero di Avvenire di Calabria, prima della pausa estiva, è dedicata alla celebrazione del mezzo secolo di vita di Caritas. Tantissimi i temi trattati: dall’emergenza-giovani alla vertenza delle strutture psichiatriche fino a giungere alle parole di Morrone in occasione della consegna del pallio da parte di Papa Francesco.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.