Avvenire di Calabria

Sarà consegnato l'8 settembre dall'associazione "Anassilaos". Il riconoscimento a due reggini che si sono distinti per la loro attività professionale

Un premio in memoria di don Nuccio Santoro

Si tratta di Carmelo Covani, medico e cultore delle memorie cittadine, e di Aldo Fiorenza, fotografo e testimone delle immagini simobolo della Città

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un premio in memoria di don Nuccio Santoro. Sarà consegnato l'8 settembre dall'associazione "Anassilaos". Il riconoscimento a due reggini che si sono distinti per la loro attività professionale. Scopri chi sono.

Un premio in memoria di don Nuccio Santoro

In occasione e nell’ambito della cerimonia di consegna del Premio Anassilaos Mimosa 2021 – che si sarebbe dovuta tenere in occasione della Festa della Donna (8 marzo), ma che si terrà invece, mercoledì 8 settembre alle ore 20.3 al Circolo del Tennis “Rocco Polimeni”, l’associazione culturale Anassilaos consegnerà anche il Premio Anassilaos San Giorgio “Don Nuccio Santoro”, conferito il 24 aprile scorso, ma anche questo non consegnato a causa della persistente epidemia.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Nato nel 1999, su suggerimento e impulso dell’allora sindaco della Città Italo Falcomatà, il riconoscimento da allora viene conferito ad Enti, Istituzioni culturali, Ordini professionali, Associazioni, personalità e cittadini che operano in Città e in Provincia. Anche quando successivamente, il Comune di Reggio Calabria istituì il San Giorgino d’Oro, l’iniziativa dell’associazione Anassilaos continuò, anno dopo anno, ad affiancarsi a quella dell’Ente proponendosi di esprimere gratitudine e apprezzamento a quei reggini e non reggini, che in patria, o lontani dalla patria, hanno contribuito e contribuiscono alla crescita civile, culturale, economica della Città, della Provincia e della Regione.


PER APPROFONDIRE: I "suoi" ragazzi del Msac ricordano con affetto don Nuccio Santoro


Dal 2018, anno della sua scomparsa, il Premio è anche intitolato alla figura di don Nuccio Santoro, per moltissimi anni parroco di San Giorgio al Corso, che si è sempre adoperato a far conoscere ed amare ai reggini il loro Santo Patrono, “Atleta di Cristo” come si legge nella volta del Tempio. Sospeso nel 2020 per il Covid-19, il Premio è tornato nell’anno in corso, anche se si è preferito differirne la consegna.

Nell’edizione 2022-2023 il riconoscimento è stato conferito a due nostri concittadini, a Carmelo Covani, medico all’ ASP 5 e studioso e cultore delle memorie cittadine, nonché autore di importanti ricerche sui militari della nostra terra che, caduti, combattenti o prigionieri, hanno partecipato alle vicende belliche del Novecento, e ad Aldo Fiorenza, fotografo e testimone, attraverso le immagini, di tanta parte di vita cittadina, autore di significative mostre fotografiche che hanno fissato per sempre fatti, eventi, uomini e donne di Reggio.

Articoli Correlati

Covid in Calabria, contagi in calo

Contagi in calo rispetto al giorno precedente in Calabria. È quanto emerge dall’ultima ricognizione del Dipartimento tutela della salute della Regione. I numeri.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.