Avvenire di Calabria

Ieri un incontro pubblico a Montecitorio ha aperto la possibilità di avviare percorsi formativi dedicati agli studenti del Belpaese

Violenza sulle donne, la proposta: «Fare formazione a scuola»

Nei giorni scorsi è intervenuto anche il Santo Padre: «La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Violenza sulle donne, la proposta: «Fare formazione a scuola». Ieri un incontro pubblico a Montecitorio ha aperto la possibilità di avviare percorsi formativi dedicati agli studenti del Belpaese.

Violenza sulle donne - La proposta

Nella mattinata di venerdì 24 settembre il Telefono Rosa ha partecipato all’ importante convegno Femminicidi: prospettive e normative nella nuova aula dei gruppi parlamentari a Palazzo Montecitorio. Un seminario decisivo alla luce dei numeri anche solo del mese di agosto e settembre: 11 donne uccise, 8 delle quali per mano del compagno. Ecco che allora è ancor più significativa la presenza del Telefono Rosa; l’ Associazione ha scelto di parlarne non da un punto di vista giuridico, ma sociale. Quello che preme a Telefono Rosa sono le prospettive e l’ attuazione di un piano nazionale da attuare nelle scuole, da quella dell’ infanzia fino all’ università.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


L’ educazione e la formazione sono secondo l’ Associazione gli unici strumenti per sconfiggere la violenza di genere. Durante il discorso della presidente, Maria Gabriella Carnieri Moscatelli, sono stati presentati i dati di uno studio sugli stereotipi fatto dall’ Associazione attraverso il progetto UP&UP, finanziato dalla comunità Europea a cui hanno partecipato, oltre all’ Italia, cinque nazioni europee: Belgio, Bulgaria, Grecia, Romania e Spagna. I dati dimostrano quanto ancora gli stereotipi siano incisivi e quanto la violenza sia un fattore culturale. L’ Associazione è già in possesso di importanti risultati, che verranno pubblicati sulla piattaforma dedicata al progetto.

«Finalmente c’ è un’ attenzione particolare sulle donne e sulla violenza», ha commentato la presidente del Telefono Rosa Maria Gabriella Carnieri Moscatelli. I tanti femminicidi hanno scosso tutti noi e l’ incontro ha prodotto della documentazione valida a combattere questa piaga sociale. Il Telefono Rosa intende sottolineare quanto ancora gli stereotipi di genere siano molto radicati nella nostra cultura e rivolgerà alle autorità la richiesta di organizzare un piano di formazione nelle scuole di tutta Italia. Abbiamo presentato alcuni dati su una ricerca che l’ associazione ha fatto per un progetto finanziato dalla Comunità Europea».


PER APPROFONDIRE: Superbonus, la formula di Banca Generali per «agevolare» i lavori


Violenza sulle donne - Le parole del Papa

"La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto". Lo ha detto il Papa nell'udienza generale ripercorrendo il recente viaggio apostolico a Budapest e in Slovacchia e ricordando in particolare "la testimonianza della Beata Anna Kolesárová, ragazza slovacca che a costo della vita difese la propria dignità contro la violenza: una testimonianza più che mai attuale, purtroppo". 

Articoli Correlati

Donne vittime di violenza e il coraggio di cambiare vita

«Una casa che cura», la ”Reghellin” resta un episodio isolato di protezione sociale presente sul territorio. Ce lo racconta una delle fondatrici, Nella Restuccia. Parlando delle tante donne, Nella dice:
«La Casa ha visto le loro lacrime e curato le loro ferite».

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.