Avvenire di Calabria

Oggi, 25 giugno, iniziano le celebrazioni di riflessione, ricordo e preghiera. Il primo appuntamento è col cardinale Tagle

Al via le celebrazioni per il cinquantesimo di Caritas italiana

Domani l'incontro nell'aula Paolo VI con Papa Francesco: grande attesa anche da parte dei delegati giunti da Reggio

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Al via le celebrazioni per il cinquantesimo di Caritas italiana. Da oggi, 25 giugno, partiranno i momenti di riflessione, ricordo e preghiera. Il primo appuntamento è presso la Basilica di San Paolo fuori le Mura col cardinale Luis Antonio Tagle. Tra i delegati accreditati anche un nutrito numero di reggini.

Al via le celebrazioni per il cinquantesimo di Caritas italiana

Come detto il programma delle celebrazioni per il cinquantesimo di Caritas italiana si apre, oggi, alle 16 presso la Basilica di San Paolo fuori le Mura in Roma. Previsto un momento di preghiera che ripercorre attraverso testimonianze i 50 anni di storia di Caritas Italiana, a partire dai ricchi frutti del Concilio Vaticano II. L'intervento centrale è quello del cardinale Luis Antonio Tagle, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli e presidente di Caritas Internationalis. Sarà possibile seguire l’evento in streaming sul canale youtube e facebook di Caritas Italiana

L'incontro col Papa

All'interno delle celebrazioni per il cinquantesimo di Caritas nazionale, sabato 26 giugno, dalle 9, invece è previsto un secondo momento presso l'aula Paolo VI in Vaticano. I delegati delle Caritas diocesane, infatti, incontreranno papa Francesco. In attesa dell’arrivo di Papa Francesco è previsto un momento di fraternità e di riflessioni condivise con focus sul percorso biennale realizzato verso il 50esimo di Caritas Italiana. L'evento sarà trasmesso su www.vaticannews.va e sul canale 555 del Digitale Terrestre. È possibile seguirlo on line anche sulla pagina facebook della Cei e su Telepace.

Il messaggio di Caritas italiana

«In questo percorso Papa Francesco ci ha fornito una bussola: il suo discorso alla Chiesa italiana di 6 anni fa a Firenze, in cui soprattutto riproponeva con forza due impegni decisivi per la Chiesa e per la Caritas: "L’inclusione sociale dei poveri, che hanno un posto privilegiato nel popolo di Dio, e la capacità di incontro e di dialogo per favorire l’amicizia sociale nel vostro Paese, cercando il bene comune"» scrivono da Caritas nazionale. Per continuare: «Di recente è tornato ad indicare anche lo strumento per attuare oggi il Concilio in questo cambio di epoca: il sinodo della Chiesa italiana: "Nel Convegno di Firenze c’è proprio l’intuizione della strada da fare in questo Sinodo. Adesso, riprenderlo: è il momento. E incominciare a camminare"».

Articoli Correlati

I nonni, un tesoro familiare preziosissimo

I nonni sono un tesoro familiare preziosissimo. È un’altra riflessione che muove all’indomani della celebrazione della prima Giornata mondiale dei nonni voluta da papa Francesco.

La prima giornata dei nonni e degli anziani

La vecchiaia è un dono!

Il dono della vecchia al centro della riflessione di papa Francesco che ha istituito la giornata mondiale dei nonni e degli anziani: «Loro, prima di noi e per noi, trasmettono la fede»

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.