Avvenire di Calabria

L'atleta paralimpica reggina non si ferma: dopo l'argento alle Olimpiadi a Tokyo, arriva un nuovo secondo posto, questa volta negli Emirati Arabi.

Anna Barbaro vince un’altra medaglia ai mondiali di Dubai

Il successo nella categoria PTVI con la guida Charlotte Bonin. L'azzurra è stata preceduta alla spagnola Susana Rodriguez, terza la britannica Alison Peasgood

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Anna Barbaro vince un'altra medaglia ai mondiali di Dubai. L'atleta paralimpica reggina non si ferma: dopo l'argento alle Olimpiadi a Tokyo, arriva un nuovo secondo posto, questa volta negli Emirati Arabi. Il successo nella categoria PTVI con la guida Charlotte Bonin. L'azzurra è stata preceduta alla spagnola Susana Rodriguez.

Anna Barbaro, successo ai mondiali di Dubai

Dopo le Olimpiadi, i Mondiali: per Anna Barbaro e Charlotte Bonin arriva un altro argento. Le due atlete delle Fiamme Azzurre hanno chiuso al secondo posto i Mondiali di paratriathlon di Abu Dhabi in quella che dovrebbe essere, tra l'altro, l’ultima gara della ricca carriera della guida valdostana.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Come a Tokyo, anche ad Abu Dhabi la vittoria nella categoria PTVI è andata alla spagnola Susana Rodriguez, che ha concluso la sua prova in 1h06’26”, mentre le due atlete delle Fiamme Azzurre hanno finito in 1h09’25”. Bronzo per la britannica Alison Peasgood ad appena 15” dalle italiane.

Anna Barbaro ed Charlotte Bonin avevano concluso al quarto posto la frazione del nuoto (750 metri) in 12’40”, precedendo comunque di 4” Susana Rodriguez, che ha però messo la freccia nei 20 km in bici recuperando quasi un minuto alle azzurre (quarte in 30’53”) allungando poi nei 5 km di corsa, dove Bonin-Barbaro hanno perso terreno registrando l’ottavo tempo (23’23”) ma resistendo comunque agli attacchi di Peasgood.


PER APPROFONDIRE: Cammino sinodale delle Chiese che sono in Italia: le tappe


«A circa due mesi dallo splendido ed emozionante argento di Tokyo, Anna Barbaro e Charlotte Bonin ci regalano un’altra grandissima soddisfazione conquistando l’argento anche ai Mondiali di Paratriathlon di Abu Dhabi», dichiara Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico. «Un risultato straordinario che conferma la statura internazionale di questa fantastica coppia e la competitività dell’Italia in questa disciplina. Complimenti ad Anna e Charlotte e alla Federtriathlon per questo ennesimo prestigioso traguardo. Avanti così».

Articoli Correlati

anna barbaro medaglia fede

Anna Barbaro: «Senza la fede non avrei vinto la medaglia»

L’atleta paralimpica, medaglia d’argento a Tokyo 2020, si racconta tra cadute, spiritualità e l’abbraccio con la sua comunità. E a fine settembre andrà ad Assisi. Tra i prossimi obiettivi ci sono i mondiali di disciplina a novembre. Ma prima Anna vuole ricaricarsi assieme ai suoi affetti più cari.