Avvenire di Calabria

Ieri la nomina dell'arcivescovo al termine del consiglio diocesano, rinnovato dopo l'assemblea dell'11 e 12 febbraio

Azione Cattolica, Nico Chirico è il nuovo presidente

Succede a Ornella Occhiuto, nominati anche i vicepresidenti dei settori Giovani e Adulti e i responsabili Acr

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ieri sera si è riunito per la prima volta il nuovo Consiglio di Azione Cattolica della diocesi di Reggio Calabria - Bova, eletto durante l'assemblea dell'11 e 12 febbraio svoltasi in Seminario.
Il Consiglio, convocato dal consigliere primo eletto, Giorgio Sottilotta, e dal nuovo assistente unitario, don Pasqualino Catanese, ha provveduto alla nomina di alcuni componenti della presidenza e all'individuazione della terna da presentare al vescovo per la scelta del presidente.
Il consiglio ha eletto i due vicepresidenti del settore adulti, Domenico Fiasché, della parrocchia Maria SS Assunta in Cielo - Basilica Cattedrale, e Francesca Chirico, della parrocchia Sacro Cuore; i due vicepresidenti del settore giovani, Pasquale Cuzzola, della parrocchia San Gaetano Catanoso, e Daniela Imeneo, della parrocchia Santa Maria della Purificazione - Candelora; il responsabile e il viceresponsabile dell'Acr, Titti Falcone, della Parrocchia Santa Maria di Loreto, e Nuccio Modafferi, della Parrocchia di Santa Caterina.
Per quanto concerne l'elezione del presidente diocesano di Azione Cattolica, il consiglio, riunito presso i locali di via del Torrione, ha individuato la terna, immediatamente comunicata all'arcivescovo Morosini, che ha provveduto a nominare Giandomenico Chirico, della parrocchia Santa Maria del Rosario in Villa San Giovanni, presidente dell'azione cattolica diocesana per il prossimo triennio associativo.

Articoli Correlati

Don Fortunato Morrone e l’Azione cattolica: esperienza di Chiesa

Per sei anni, l’arcivescovo eletto di Reggio Calabria-Bova è stato assistente generale dell’Ac calabrese. Tra gli aneddoti raccontati da Carmine Gelonese c’è l’amicizia tra Morrone e l’indimenticato sacerdote reggino e assistente diocesano di Ac, don Lillo Spinelli.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.