Avvenire di Calabria

A Roma la presentazione delle manifestazioni legate all'anniversario del ritrovamento delle due statue bronzee candidate a diventare patrimonio dell'umanità

Bronzi di Riace, al via il 50° dal ritrovamento

Dalla visual art, al cinema, dalla street art al fumento fino ai social media, la presenza delle due statue giunte dal mare sarà crossmediale

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una lunga maratona di eventi tra visual art e cinema, street art e fumetto, realtà aumentata e mostre, accanto a digitale, archeologia pubblica, mapping e convegni, un portale web dedicato e perfino una "notte bianca" per raccontare fino al 2023 la molteplice ricchezza storico artistica della Calabria attraverso due testimonial d'eccezione: i Bronzi di Riace.

Sarà una festa, con tutta la potenza di una storia di arte, eroi, guerrieri e leggende che nasce dal mare, quella di Bronzi50 1972-2022, la serie di celebrazioni per il Cinquantenario del ritrovamento dei Bronzi di Riace, avvenuto il 16 agosto 1972.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Le due statue, recentemente candidate come bene Unesco, con la loro perfezione scultorea - ma anche con i misteri ancora non del tutto chiariti - sono divenute nel tempo il simbolo della Magna Grecia, della Calabria, del Mediterraneo, e adesso, in questo anniversario, saranno il "motore" di tante iniziative di valorizzazione.

Un complesso e lungo percorso per raccontare la Calabria, dapprima, da luglio a settembre, con l'obiettivo di promuoverne l'eccellenza culturale, e poi, da ottobre a dicembre e ancora per il 2023, per far "viaggiare" la regione in tutta Italia e nel mondo, attraverso interventi artistici dal linguaggio contemporaneo.

«I Bronzi di Riace sono un investimento e una sfida per il nostro Paese, devono diventare un simbolo dell'Italia», ha detto questa mattina Dario Franceschini, ministro della Cultura, alla presentazione a Roma delle celebrazioni.

«Serve la promozione ma anche le infrastrutture, servono i collegamenti con gli aeroporti, l'alta velocità», ha aggiunto Franceschini. «I festeggiamenti devono rappresentare un cambio di passo nella valorizzazione di quello che è un attrattore culturale non solo della Calabria, ma di tutto il Paese», ha aggiunto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.

«Abbiamo tante opportunità culturali che negli ultimi 50 anni non abbiamo valorizzato e i Bronzi spero servano a farle conoscere», ha concluso il Governatore.

50° Bronzi di Riace, presenti comune e città metropolitana di Reggio Calabria

Anche la Città metropolitana e il Comune di Reggio Calabria hanno preso parte questa a Roma alla conferenza stampa di presentazione del programma delle celebrazioni per il cinquantenario dal ritrovamento dei Bronzi di Riace, con i due sindaci facente funzioni Carmelo Versace e Paolo Brunetti.

«Oggi è una giornata di festa per l'intera Calabria, un momento celebrativo importante che ci vede tutti uniti intorno ad una grande testimonianza culturale custodita dalla città di Reggio Calabria ma patrimonio di tutta Italia. Auspichiamo che il territorio sia protagonista di questo percorso, che sia valorizzato dagli eventi e delle attività di promozione proposti con queste celebrazioni». Le parole di Versace.

I Bronzi hanno più di duemila anni ma non li dimostrano affatto, ha poi rimarcato Brunetti, «e forse ancora oggi non hanno espresso pienamente tutte le loro potenzialità. Oggi è l'occasione giusta per ridare slancio a queste splendide testimonianze del nostro passato, un momento che vede la Calabria tutta fare sistema per valorizzare al meglio questi capolavori, stimolando attraverso essi un'attenzione ed un interesse verso tutto ciò che di straordinario il nostro territorio ha da offrire».

Bronzi di Riace, dal piccolo al grande schermo

«Cannes, Berlino, Roma, Milano, e tante altre tappe. Racconteremo la Calabria contemporanea con una ricca progettualità digitale, a partire dai già annunciati 'cubotti'. Iniziativa meglio definita in conferenza stampa come “Cubo Stage”, installazione artistica a forma di cubo di 4 metri per lato, con proiezioni video, animazioni e suggestioni visive accompagnate da musica originale; ricostruzione creativa del concetto di Magna Grecia nell’oggi - che “debutterà” nei prossimi mesi in un tour europeo in alcune delle maggiori città e che rappresenterà poi la Calabria e i bronzi in un viaggio all’interno di contenitori culturali e festival tra i più rinomati al mondo». Ha spiegato la vicepresidente della Regione Calabria, con delega alla Cultura, Giusi Princi.

L’audiovisivo diventa ulteriormente centrale poi nel docufilm "I Bronzi di Riace", prodotto da PALOMAR Spa, società del gruppo europeo Mediawan, realizzato con la regia di Fabio Mollo e la sceneggiatura di Armando Maria Trotta, Giuseppe Smorto, Massimo Razzi e Fabio Mollo - per esplorare e raccontare con il linguaggio universale del cinema il mito dei Bronzi di Riace. I Bronzi di Riace saranno protagonisti a ottobre su Rai Cultura con una puntata speciale dell’ottava serie di "Viaggio nella Bellezza", e su Rai Play a dicembre e in prima serata su Rai3, con una puntata speciale di 'Ossi di Seppia' ad hoc.


PUÒ INTERESSARTI ANCHE: Bronzi tra il patrimonio Unesco? C’è l’ok di Reggio Calabria


Ad illustrare i dettagli delle attività è stata ancora il vicepresidente della Calabria, Giusi Princi, che introduce anche il lancio del un nuovo sito di riferimento per scoprire non solo i Bronzi di Riace ma l’intera Magna Grecia: www.bronzi50.it portale informativo dove saranno periodicamente pubblicate tutte le novità, con approfondimenti e interviste disponibili anche sul canale YouTube dedicato, Bronzi di Riace Official.

E nell’era della cosiddetta generazione Alpha non potevano mancare i social: è infatti possibile rimanere aggiornati su eventi e iniziative legate al Cinquantenario anche tramite i le pagine ufficiali Facebook e Instagram, @bronzidiriace50 e seguendo l’hashtag ufficiale #bronzi50.

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.