Avvenire di Calabria

La relazione della Commissione parlamentare antimafia coordinata da Rosy Bindi

Domenica si vota, ma a Bagnara c’è un incandidabile

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono tre i candidati alle elezioni comunali di domenica, tutti inseriti in liste civiche, incandidabili, secondo quanto accertato dalla Commissione Antimafia, come riferito dalla presidente, Rosy Bindi. Sono finite sotto osservazione le elezioni in 10 Comuni: Arzano (Napoli), Bovalino e Bagnara (Reggio Calabria), Giardinello (Palermo), Monte Sant'Angelo (Foggia), sciolti per infiltrazioni mafiose; Torre Annunziata (Napoli), Campo Calabro (Reggio Calabria), Castelnuovo di Porto (Roma), Comuni per i quali il procedimento si è concluso senza lo scioglimento, e Cirò, sciolto nel 2013, ma per il quale il Consiglio di Stato ha annullato il provvedimento, e Castel Vetrano, che doveva andare al voto ma è stato recentemente sciolto per mafia dal Consiglio dei ministri.
I tre candidati sono: a Bagnara Calabra, la candidata Vincenza Mogavero (lista civica "Per Bagnara", candidato sindaco Massimo Zoccali), nel comune di Castelnuovo di Porto, Simone Picchiotti (lista "insieme per Carla Glori sindaco") ed a Monte Sant'Angelo, Mario Arena (lista civica "verso il futuro", candidato sindaco Donato Troinano).

Articoli Correlati

I campi di Libera fanno tappa a Reggio Calabria

I campi di Libera fanno tappa a Reggio Calabria

Da ieri al 24 luglio, i ragazzi da tutta Italia saranno di stanza ad Ecolandia nel quartiere di Arghillà. Sarà l’occasione per conoscere da vicino le storie di impegno nei beni confiscati.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.