Avvenire di Calabria

Messa officiata a Santa Maria del Divino Soccorso

Don Giorgio, oggi il ritorno in parrocchia

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Don Giorgio Costantino è tornato in parrocchia. Ha attraversato la piazza di Santa Maria del Divino Soccorso che è stato – esattamente un mese fa – il triste teatro della sua aggressione. Un gruppo di ragazzi lo avevano accerchiato, come hanno dimostrato le telecamere della videosorveglianza, ma solo uno di loro – Giacomo Gattuso, venticinquenne arrestato in un’operazione-lampo dei carabinieri di Reggio Calabria – aveva sferrato calci e pugni con una violenza inspiegabile.
Dimesso martedì scorso, don Giorgio ha voluto fortemente abbracciare la sua comunità parrocchiale che gli ha tributato un grandissimo affetto in questi lunghi giorni di degenza prima presso il reparto di Terapia Intensiva poi di Cardiologia degli Ospedali Riuniti della Città dello Stretto.
Oggi, alle 19, celebrerà la Santa Messa. Un periodo tribolato che ha attivato la massima attenzione di tutte le Autorità del territorio. Tra i banchi della chiesa è prevista la presenza del Prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, nonché tantissimi dirigenti della Questura reggina e del Comando provinciale dei Carabinieri.

Articoli Correlati

mensa soccorso poveri

La mensa dei poveri della parrocchia reggina del Soccorso

Da trent’anni, la mensa della parrocchia reggina del Divino Soccorso sostiene gli emarginati basandosi solamente sulla forza dei volontari del Centro d’ascolto. «Sono certo che potremo fare di più – conclude don Gaetano Galatti, parroco da un anno al Soccorso – e su questo abbiamo avviato un progetto con la Caritas».

Don Galatti al Soccorso, tra passato e futuro

L’intervista al neo parroco è subentrato a monsignor Costantino. Per lui è stato come un ritorno «in un luogo–memoriale», un passaggio non casuale ma voluto dal Signore. Lascia la guida pastorale della comunità di Vito