Avvenire di Calabria

L'iniziativa si terrà lunedì prossimo, 12 giugno, presso la sala intitolata ad Aldo Moro

Il «Metodo Di Bella» in un libro: la presentazione a Montecitorio

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lunedì 12 giugno, presso la sala "Aldo Moro" della Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio si terrà un'interessantissima presentazione delle pubblicazione, a cura di Michele Filippelli, dal titolo "L'indottrinamento mafioso e responsabilità genitoriale. L'orientamento giurisprudenziale del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria. Analisi e prospettive".

I saluti di benvenuto saranno affidati a Gennaro Migliore, sottosegretario di Stato alla Giustizia; a Filomena Albano, Autorità Garante dell'infanzia e dell'adolescenza; al prefetto Vincenzo Panico (già commissario straordinario del Comune di Reggio Calabria), nella qualità di commissario per le vittime dei reati di tipo mafioso; a Giuseppe Calabrese, direttore editoriale dell'edizioni Ad Maiora 2.0 che ha pubblicato il libro di Filippelli, e - infine, a Gian Ettore Gassani, presidente dell'Associazione matrimionalisti italiani.

A coordinare i lavori ci penserà Marilina Intrieri, deputata e presidente "Child's Friends Association", che cederà la parola all'estensore del testo in oggetto della presentazione, Michele Filippelli, professore aggregato di diritto privato, nonché ad un'analisi sull'orientamento giurisprudenziale che sarà curata da Roberto Di Bella, presidente del Tribunale dei minorenni di Reggio Calabria.

Sono previsti, inoltre, gli interventi dei parlamentari Ernesto Carbone, componente della commissione Affari Costituzionali, Enza Bruno Bossio, componente della commissione antimafia e di Giuseppe Lumia, capogruppo Pd in Commissione Giustizia. Saranno sentiti, infine, anche il responsabile giovAMI Lazio, Luca Volpe, e il dirittore della rivista "La Nuova procedura civile", Luigi Viola.

Articoli Correlati

Regionali in Calabria, Letta invita Irto a ripensarci

Dopo la rinuncia alla candidatura alla presidenza della Regione, non sono mancate reazioni. Il segretario del PD Enrico Letta, intanto, ribadisce piena fiducia in Nicola Irto, ma sembrano evidenti una spaccatura in seno ai dem, divisi in “piccoli feudi” e i tentativi di rimescolare le carte nel centrosinistra. Intanto, giovedì, è previsto l’arrivo in Calabria del responsabile enti locali Boccia.

Il Pd calabrese «appoggia» la rottamazione lampo

Antonio Viscomi auspica «una stagione all’insegna della ricerca della verità». Le dimissioni accompagnate da accuse pesantissime devono aprire il dibattito interno giunto ai minimi storici durante l’ultimo periodo.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.