Avvenire di Calabria

Stamattina la consegna della massima benemerenza cittadina di Reggio Calabria all'Ordinario Militare per l'Italia

Il Sindaco Falcomatà consegna il San Giorgio d’Oro a monsignor Santo Marcianò

L'impegno del vescovo reggino: «Promuovere la nostra città, affinchè sia considerata la più bella città d'Italia»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha consegnato questa mattina il San Giorgio d'Oro 2021, massima benemerenza cittadina di Reggio Calabria, all'Arcivescovo Monsignor Santo Marcianò, Ordinario Militare per l'Italia.

Un momento molto toccante, avvenuto stamattina, che di fatto completa i conferimenti previsti per il San Giorgio d'Oro di quest'anno. Un ultimo tassello quindi, che si aggiunge alle benemerenze già consegnate lo scorso 23 aprile, giorno del Santo Patrono della Città di Reggio Calabria, che era stato rinviato a causa di un impedimento istituzionale sopraggiunto per Monsignor Marcianò.

L'alto Prelato reggino, già Arcivescovo nella sede di Rossano e dal 2013 Ordinario Militare per l'Italia, ha espresso parole di sincera stima nei confronti del Sindaco Falcomatà e dell'intera comunità reggina. "Un riconoscimento - ha detto Monsignor Marcianò a margine della cerimonia di consegna del San Giorgio - che mi lusinga e che mi lega ancora di più ad una città, la mia città, che amo profondamente e che considero la più bella città d'Italia".

"Non voglio essere retorico - ha detto Monsignor Marcianò a margine della cerimonia - ma questo non è un riconoscimento a meriti miei, ma un riconoscimento ai meriti dell'Amministrazione e soprattutto dei cittadini di Reggio Calabria. Io mi sento un reggino, non ho mai rinnegato la mia regginità e la mia calabresità. Mi presento cosi ovunque perchè amo profondamente la mia città, con tutto me stesso. Grazie quindi a Reggio Calabria che mi vuole tanto bene ed al suo sindaco che mi ha voluto omaggiare con questo riconoscimento. Lo ringrazio di cuore e mi auguro che la città, con il lavoro di tutti, diventi sempre più una città di riferimento. Personalmente, quando giro l'Italia, mi capita di ascoltare le parole di tanti che mi parlano di Reggio come una Città bella, caratterizzata da tante ricchezze che può mettere a frutto, una città che tutti vogliamo possa diventare una città turistica di riferimento non solo per la Calabria ma per l'Italia. In questo senso, alla gratitudine si associa la preghiera ed il mio impegno personale, che sarà sempre più forte, nel promuovere la nostra città, affinchè sia considerata la più bella città d'Italia".

Parole di grande stima sono giunte dal sindaco della Città Giuseppe Falcomatà all'atto del conferimento del San Giorgio. "Sono davvero orgoglioso di poter consegnare questo simbolo a Monsignor Marcianò, un nostro concittadino illustre che attraverso il suo agire sta dando lustro al nome della nostra Reggio. Ho ascoltato le sue parole e trovo molto significativo il passaggio in cui afferma che quella dell'amore è sempre una strada in salita. Ha ragione, e credo anche fermamente che se questa strada la si percorre insieme, la salita sembra meno irta e difficile. Ed è quello che tentiamo di fare ogni giorno, attraverso il dialogo, la sinergia istituzionale, la condivisione delle scelte. Credo che questo sia un aspetto che sta anche alla base del rapporto di Monsignor Santo Marcianò con la nostra città ed è per questo che abbiamo voluto ringraziarlo, dal profondo del cuore, conferendogli quest'anno la massima benemerenza cittadina del San Giorgio d'Oro".

Di seguito il testo della motivazione del conferimento della benemerenza del San Giorgio d'Oro 2021:

A Monsignor Santo Marcianò, arcivescovo, Ordinario Militare per l'Italia, Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Croce d'Oro al Merito dell'Esercito Italiano, già Segretario della Conferenza Episcopale Calabra e Segretario della Commissione per l'Ecumenismo e il Dialogo interreligioso della Conferenza Episcopale Italiana. Nato a Reggio Calabria nel 1960, laureato in Economia e Commercio, ha conseguito il Baccellierato in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense ed il Dottorato in Sacra Liturgia presso il Pontificio Ateneo. È nominato Presbitero nel 1988 e successivamente Arcivescovo nel 2006 nella sede arcivescovile di Rossano Cariati, dove risulta essere l'Arcivescovo più giovane d'Italia.
Dal 2013 trasferito all'Ordinariato Militare per l'Italia, ha condotto la sua missione pastorale con straordinaria umanità e dedizione, offrendo il suo conforto all'intera comunità ecclesiale calabrese e alle Forze Armate del nostro Paese. Monsignor Marcianò rappresenta uno dei più fulgidi esempi di servizio della Chiesa cattolica, guida spirituale e punto di riferimento per l'intera comunità ecclesiale. La Città di Reggio Calabria esprime sentimenti sinceri di stima e gratitudine, per la sua instancabile opera pastorale e per il suo impegno apostolico illuminato, sempre al servizio del prossimo.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.