Avvenire di Calabria

In ascolto della Parola di Dio

Incontro di lectio per i giovani di Ac

Relatore don Tonino Sgrò

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sembra probabile che nelle menti di buona parte di coloro che si apprestino a vagliare il concetto di “purezza di cuore” si affastellino pensieri un po' arruffati e carichi di antiche dietrologie che non consentono di abbracciare la totalità del mistero che sta dietro questa grande e bella realtà. Con quest'invito alla chiarezza terminologica don Tonino Sgrò, Assistente del settore giovani di AC, ha dato il via al secondo appuntamento di lectio diocesana, volta ad offrire una disamina approfondita del brano delle Beatitudini. Questo secondo incontro, svoltosi presso la Parrocchia di San Giorgio Martire, ha cercato di gettare luce sul passaggio dei macarismi che recita: “Beati puri di cuore perché vedranno Dio”. Il concetto di purezza, ha detto don Tonino, va ricondotto alla disciplina che studia la composizione della materia. In essa, infatti, si considera puro quell'elemento che è di una sola natura. Allo stesso modo, sul piano umano e su quello relazionale, il concetto di purezza si tinge dei medesimi toni cromatici. Il puro è colui che non è diviso e spaccato al suo interno e che non lascia spazio alla attività precipua del divisore per eccellenza che è il maligno. Dopo la meditazione ha avuto luogo l'incontro con il Re dei Re, durante l'adorazione eucaristica, nel corso della quale si è offerta ai presenti la possibilità di accostarsi al sacramento della Riconciliazione. Un suggestivo segno ha concluso la serata. Don Tonino, insieme ai due neo-eletti vicepresidenti del Settore Gv, Daniela Imeneo e Pasquale Cuzzola, ha proceduto ad astergere le mani dei tanti amici convenuti. Non è mancato, poi, il saluto a Brigida Marino e Giorgio Sottilotta, che per tanti anni hanno coordinato con passione e grande senso di servizio le attività dei Giovani della nostra Associazione diocesana. Il saluto del nuovo Assistente unitario, don Pasqualino Catanese, ha suggellato la serata, esortando i presenti alla speranza con l'invito di vivere la Quaresima, ormai alle porte, nel migliore dei modi. Non ci resta, dunque, che far germogliare i molteplici suggerimenti che ci sono stati regalati nell'attesa dell'ultimo appuntamento di lectio previsto per venerdì 21 aprile.

Angelo Ventura

Articoli Correlati

Mosorrofa, 110 anni di Azione Cattolica

Importante traguardo per l’Azione cattolica della parrocchia di Mosorrofa. Oltre un secolo di vita. Una presenza ancora viva al servizio dell’intera comunità.