Avvenire di Calabria

La prima Bibbia ebraica fu stampata a Reggio, lo sanno in pochi

Lo rivela un sondaggio del portale "Spot and Web"

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Solo un italiano su 100 mila sa che la prima bibbia ebraica fu stampata in Italia, precisamente a Reggio Calabria nel 1475 dal tipografo di Avrhaham ben Garton, e che ora questo preziosissimo volume si trova custodito a Parma nella Biblioteca Palatina. Lo rivela un sondaggio online reso noto dal portale "Spot and Web" in vista dell’evento "Il cuore calabro dell’ebraismo", in programma domenica 3 settembre a Santa Maria del Cedro alla presenza di rappresentanti della comunità ebraica e di numerosi rabbini per l’importante ricorrenza della Festa delle capanne.

Sono tante, e diffuse nella regione, le destinazioni d’interesse ebraico: dai resti della sinagoga di Bova Marina alla presenza di un’antica giudecca a Nicotera. Tracce della presenza ebraica si rivelano nella toponomastica e non solo, anche a Cosenza, Carpanzano, Scigliano, Rogliano, Santa Severina, Tiriolo, Isola Capo Rizzuto, Caulonia, Caccuri, Castrovillari, Corigliano e Rossano.

Articoli Correlati

Sassoli (Parlamento Ue): «Auschwitz simbolo del male assoluto»

Nel corso di una cerimonia svoltasi al Parlamento europeo, il presidente ha pronunciato – a tratti emozionato – un toccante discorso sulla memoria dell’Olocausto. ” Le persecuzioni naziste si iscrivevano in un progetto di nazionalismo esasperato”

Giorno della Memoria, Conte, «Ricordare, ma anche capire»

Il messaggio del presidente del Consiglio di ministri, “serve a ricordare che ogni giorno esistono piccole, innumerevoli discriminazioni verso chi ci sembra dissimile da noi, che troppo spesso, purtroppo, passano inosservate nell’indifferenza”

Tags:

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.