Avvenire di Calabria

Al suo fianco, oltre mamma e papà, anche il vescovo di Napoli, monsignor Mimmo Battaglia che ha favorito l'incontro

La storia. Bimba vittima di un agguato di camorra incontra il Papa

La piccola si chiama Noemi. Il Santo Padre: «La mafia distrugge le speranze, ma Dio segue sempre i passi dei bambini»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ha rischiato la vita in un agguato di camorra, colpita erroneamente da un proiettile vagante. Poi, appena ristabilitasi, il nuovo arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia, è andato a trovarla a casa, e la piccola Noemi ha espresso il desiderio d'incontrare Papa Francesco.

È avvenuto ieri, presenti i genitori e l’arcivescovo. Il Papa ha stretto la mano alla piccola Noemi, e insieme hanno recitato l’Ave, e l’Angelo custode. “La mafia distrugge le speranze, calpesta i diritti, ma Dio seguirà sempre i passi della vostra meravigliosa creatura. Guardiamo avanti!”, ha detto il Papa ai genitori di Noemi, che ha riportato danni ai polmoni e alla colonna vertebrale e per questo porterà il busto fino all’età di diciott'anni almeno.

Un giornalista ha chiesto alla mamma: “Ha perdonato?”.“Come famiglia cristiana siamo disposti a perdonare – ha replicato –. Mai nessuno, però, di questi che hanno fatto del male alla piccola, ci ha chiesto scusa. Quindi non abbiamo nemmeno avuto l’opportunità di offrire il nostro perdono. Credo tuttavia che Noemi, in cuor suo, abbia già perdonato. È una bambina che può insegnare l’amore a tutti”.

Articoli Correlati

Catechisti, il documento del Papa istituisce un ministero

Catechisti, non prof. È svolta educativa

Il Motu proprio e il ministero di chi prepara ai sacramenti. Riccardo Maccioni, caporedattore e responsabile dell’informazione religiosa del quotidiano Avvenire analizza il documento del Papa che istituisce il ministero del catechista. Per Maccioni, tra gli effetti benefici del Motu proprio c’è «proprio la sottolineatura dell’importanza del ruolo del catechista».

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.