Avvenire di Calabria

Un anno fa, la barbara uccisione del diplomatico italiano in Congo a cui è stato intitolato il ponte del nuovo Waterfront di Reggio Calabria

Luca Attanasio, l’ambasciatore buono ricordato anche a Reggio Calabria

In corso il processo per stabilire quanto accaduto, Attanasio svolgeva il suo ruolo con discrezione e umanità. Fu brutalmente ucciso per soldi

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Luca Attanasio, l'ambasciatore buono ricordato anche a Reggio Calabria. Un anno fa, la barbara uccisione del diplomatico italiano in Congo a cui è stato intitolato il ponte del nuovo Waterfront in riva allo Stretto. In corso il processo per stabilire quanto accaduto, Attanasio svolgeva il suo ruolo con discrezione e umanità. Fu brutalmente ucciso per soldi.

Luca Attanasio, l'ambasciatore buono ricordato anche a Reggio Calabria

Furono uccisi per 50 mila dollari non dati, l'ambasciatore italiano Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, il 22 febbraio del 2021 a Goma in Congo. Il gruppo di banditi che assalì il convoglio, in base a quanto emerge dalle carte dell'indagine della Procura di Roma, aveva chiesto quella cifra ma i passeggeri non avevano quel denaro e l'imboscata si è trasformata nel tragico tentativo di sequestro a scopo di estorsione.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


«Segnato da un profondo dolore per il terribile attentato avvenuto nell’est del Congo». Così l’arcivescovo ordinario militare per l’Italia (Omi), monsignor Santo Marcianò, aveva espressa «vicinanza alle famiglie dell’ambasciatore Luca Attanasio e del militare dell’Arma dei Carabinieri Vittorio Iacovacci, alle istituzioni italiane e in particolare all’Arma dei Carabinieri. Il crudele attentato – si leggeva in una nota pervenuta al Sir – conferma, ancora una volta, la dedizione qualificata e incondizionata, fino al dono della vita, di uomini delle Istituzioni e dei giovani delle Forze Armate, inviati dal nostro Paese a svolgere una missione che è sempre missione di Pace».


PER APPROFONDIRE: Un ponte “sullo Stretto” per Luca Attanasio


Un ponte "sullo Stretto" per Luca Attanasio. Non parliamo della maxi-opera di cui si scrive da decenni. Ma del collegamento tra Reggio Calabria e il suo porto. È stato intitolato all’ambasciatore Luca Attanasio e alla sua scorta. Così Reggio Calabria non dimentica i morti durante l'agguato nella Repubblica Democratica del Congo dello scorso 22 febbraio 2021.

Articoli Correlati

Cittadella dell’Immacolata, oasi di pace per i bimbi ucraini

Dagli scenari di guerra alla protezione della Cittadella dell’Immacolata di Bagnara: bambini ucraini in fuga ritrovano la pace nell’estremo lembo dello Stivale e, soprattutto, la gioia di poter giocare nuovamente insieme, senza alcun pericolo.

Violenza di genere, la mamma ferita: «Così sono rinata»

Una storia di maltrattamenti consumata tra le mura domestiche, può trasformarsi in un vero e proprio esempio per quante hanno ancora paura di dire «basta». La testimonianza della giovane donna, finalmente uscita dal tunnel in cui era piombata: «Oggi mi sento finalmente donna, grazie al Centro antiviolenza “Angela Morabito” di Reggio Calabria e all’amore di mia figlia»