Avvenire di Calabria

Un ventinovenne denunciato dagli agenti della Polizia di Stato per simulazione di reato

Vibo, “finge” di essere stato rapinato da un extracomunitario

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ha dichiarato di essere stato avvicinato da un extracomunitario che, minacciandolo con un coltello, gli avrebbe rapinato 5.500 euro tra contanti e assegni bancari. Un uomo di 29 anni, dipendente di una ditta di spedizioni, è stato denunciato con l'accusa di simulazione di reato dalla Polizia di Stato di Vibo Valentia. L'uomo ha telefonato al 113 dichiarando che, mentre si trovava a Vibo Marina per effettuare alcune consegne, era stato avvicinato da uno straniero che lo aveva costretto a consegnargli l'incasso delle consegne effettuate. La versione fornita dall'uomo non ha però convinto gli agenti che hanno immediatamente svolto le indagini per ricostruire l'accaduto. L'esame delle immagini di un sistema di videosorveglianza presente nella zona, il contenuto delle prime richieste di soccorso e alcune testimonianze, hanno evidenziato delle discordanze. Da qui la decisione degli agenti di denunciare il ventinovenne.

Articoli Correlati

Vibo, ripiantato l’albero della legalità

Vibo Valentia, ripiantato l’albero della legalità presso la scuola “Don Bosco”. All’inizio dell’anno, alcuni vandali avevano tagliato e portato via il piccolo simbolo di legalità.