Avvenire di Calabria

Al centro del 48esimo Consiglio generale dell’associazione il tema della partecipazione. Eletto il Capo scout d'Italia: «Insieme per cambiare il mondo e costruire la pace»

Agesci, è catanzarese il nuovo Capo Scout d’Italia

Fabrizio Marano, 56 anni, è stato già responsabile regionale della Calabria e da diverso tempo si spende con passione, perseveranza e costanza per la crescita dell’Agesci

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Al centro del 48esimo Consiglio generale dell’associazione il tema della partecipazione. Eletto il Capo scout d'Italia: «Insieme per cambiare il mondo e costruire la pace. Così avremo comunità accoglienti».

Il Capo scout d'Italia arriva dalla diocesi di Catanzaro

Il catanzarese Fabrizio Marano è il nuovo Capo Scout d’Italia dell’Agesci. L’ha eletto il 48° Consiglio generale dell’associazione scout che si è concluso qualche giorno fa a Sacrofano (Roma).


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Marano, 56 anni, è stato già responsabile regionale della Calabria e da diverso tempo si spende con passione, perseveranza e costanza per la crescita dell’Agesci a partire dal suo Gruppo Scout Catanzaro 4 “A. Sanzi”.


PER APPROFONDIRE: Cura del Creato, la proposta educativa Scout


Diceva Robert Baden-Powell, fondatore dello scautismo: «Prova a lasciare questo mondo un po’ meglio di come l’hai trovato». Già, ma come? Rimboccandosi le maniche, risponde l’Agesci. «C’è bisogno di agire gli uni accanto agli altri per trasformare i territori in cui viviamo e per dare nuova linfa alla Chiesa», spiegano la Capo Guida, Daniela Ferrara, e il Capo Scout d’Italia, Fabrizio Coccetti. Proprio il tema “Partecipazione: insieme per cambiare il mondo e costruire la pace” è al centro del 48° Consiglio generale che da ieri 2 giugno a domenica 5 giugno ha riunito oltre 300 soci adulti dell’Agesci giunti da tutta la Penisola a Sacrofano, alle porte di Roma.

Articoli Correlati

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.

Oggi è la festa dell’Assunta: ecco cosa si celebra

Ferragosto, apice dell’estate, è in realtà una solennità molto sentita dai cristiani. Si tratta di una fra le più antiche feste mariane. La Vergine Assunta, recita il Messale romano, è primizia della Chiesa celeste