Avvenire di Calabria

Il monito del parroco, don Scordio:

Isola Capo Rizzuto, rubate ostie consacrate

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un furto sacrilego è stato compiuto nella chiesa di San Rocco a Isola Capo Rizzuto. A renderlo noto è stato il parroco di Isola Don Edoardo Scordio in una nota della Misericordia, evidenziando che, "stranamente, sono stati prelevati soltanto il calice sacro, le chiavi del tabernacolo e l'eucarestia consacrate".
"Cosa c'è dietro?", si è chiesta la Misericordia definendo il fatto "preoccupante e, soprattutto, inquietante". "Potrebbe trattarsi di semplice ragazzata - prosegue la nota - oppure, ipotesi ben più preoccupante, satanismo". I ladri sono entrati dalla finestra del bagno e da qui in sacrestia. Dopo avere rubato l'eucarestia - circa un centinaio di ostie consacrate - i ladri hanno chiuso a chiave il tabernacolo portandole via. "Un fatto gravissimo - ha detto don Scordio - che apre a scenari allarmanti. Sono episodi che lasciano presagire la presenza di gruppi satanici". Il fatto è stato denunciato ai carabinieri e all'arcivescovo di Crotone Domenico Graziani.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.