L’invito di Bertolone: passiamo alla ”logica del noi” – avveniredicalabria

avveniredicalabria

Nella solennità del patrono San Vitaliano

L’invito di Bertolone: passiamo alla ”logica del noi”

Le parole dell'arcivescovo di Catanzaro-Squillace

Giovanni Scarpino

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Coltivare il bene comune, richiede tutta la nostra collaborazione, le nostri mani, la nostra intelligenza, il nostro cuore». Così l’arcivescovo Vincenzo Bertolone, nella solennità di san Vitaliano, patrono della città di Catanzaro e dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace. Presenti alla concelebrazione eucaristica nella Cattedrale di Catanzaro l’arcivescovo emerito, Antonio Cantisani, presbiteri, religiosi e religiose, fedeli laici e autorità. A tutti Bertolone ha chiesto di attualizzare l’insegnamento di san Vitaliano, in un tempo in cui indifferenza, egoismo e prepotenza segnano ferite profonde nella nostra civiltà. Il presule ha evidenziato come la maggior parte dei beni dai quali dipende la felicità individuale sono pubblici e comuni: il lavoro, la sicurezza, la vita familiare, l’amicizia, l’inquinamento, il traffico, l’ambiente, la fiducia nelle istituzioni, un parco, l’ozono nell’atmosfera e molto meno da: divani, tv, telefonini, case comode o automobili. «Quando nasce soltanto dalla ricerca del proprio interesse privato – ha detto monsignor Bertolone –, il bene comune viene distrutto, mentre se lo vogliamo conservare tra le persone deve scattare la “logica del noi”, e così far diventare quel “bene di nessuno” un “bene di tutti”». Al mondo politico e alla istituzioni Bertolone ha chiesto maggiore attenzione verso i migranti, i rom ed i diseredati, rendendo le periferie della città più ospitali e vivibili. «Portando il simulacro del santo patrono per le vie della nostra città – ha detto a fine processione Bertolone –, abbiamo voluto chiedere al Signore ed al santo protettore, il rispetto del territorio e della casa e del bene comune. Bando alla calunnia contro il prossimo; si, invece, ad un impegno collettivo per fare rete in famiglia, nella società e nei servizi; per ridare ai giovani fiducia ed il desiderio di formare famiglie».

Articoli Correlati

Il 3 ottobre 2021 la beatificazione della catanzarese Nuccia Tolomeo

La fase diocesana si è svolta dal 31 luglio 2009 al 24 gennaio 2010 presso la diocesi di Catanzaro-Squillace. Il 6 aprile 2019 papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto sulle virtù eroiche e, il 29 settembre 2020, il decreto relativo a un miracolo ottenuto per sua intercessione.

Bertolone: «La vera emergenza è la sfida educativa»

La crisi di identità della scuola: tra Dad e burocrazia, i prof non insegnano più. Sul tema, il Pastore non cela profonda preoccupazione per i giovani di oggi. Nuova fatica editoriale per monsignor Vincenzo Bertolone.

Giornata Sindrome Down: un video di sensibilizzazione

Una campagna sul tema dell’inclusione, fatta di slogan, coreografie, colori e tanti sorrisi che confluiranno in un filmato che sarà pubblicato il prossimo 21 marzo sulle pagine Facebook “Centro Ippoterapia Sirio” e “PGS Catanzaro”.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.