Avvenire di Calabria

La doppia medaglia d'oro alle Olimpiadi di Tokyo è stato tra i testimonial dell'apertura dell'anno scolastico a Pizzo Calabro

Marcell Jacobs, l’uomo più veloce del mondo, torna nella sua Calabria

Il campione olimpico ha auspicato un cambio di passo anche in aula: «A scuola dovrebbe esserci più sport, aiuta a crescere»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Marcell Jacobs, l'uomo più veloce del mondo, torna nella sua Calabria. La doppia medaglia d'oro alle Olimpiadi di Tokyo è stato tra i testimonial dell'apertura dell'anno scolastico a Pizzo Calabro col presidente Mattarella. All'Agenzia Dire, il campione olimpico ha auspicato: «A scuola dovrebbe esserci più sport, aiuta a crescere».

Marcell Jacobs torna nella sua Calabria

“È veramente un piacere tornare qui, mi fa rivivere tanti momenti della mia infanzia, passavo due mesi di vacanza al mare. Per me è come se fosse una seconda casa”.

Così ha risposto alla Dire il campione olimpico Marcell Jacobs, che da bambino villeggiava con la famiglia a Rosarno (Reggio Calabria), ospite della cerimonia di apertura dell’anno scolastico a Pizzo Calabro (Vibo Valentia) all’istituto Nautico alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


“Ai ragazzi dico che la scuola è veramente importante – ha aggiunto – perché insegna tante cose. Ci dovrebbe essere più sport nelle scuole perché aiuta a crescere a puntare ad avere degli obiettivi e cercare di raggiungerli. Ritengo che lo sport sia un bene per la vita in generale e, soprattutto, per se stessi, quindi più sport nelle scuole e tanto sport in generale”.


PER APPROFONDIRE: L’uomo più veloce del mondo in vacanza in Calabria


Articoli Correlati

Irto

Irto stoppa la “conta” nel Pd: «Ripartire dai circoli»

Mattatore di voti, parafulmine per il centrosinistra. Due facce della stessa medaglia per Nicola Irto, ancora una volta unico eletto tra le fila del Pd reggino. E si tira fuori dai problemi comunali: «Rimpasto di giunta? Non so nulla»

Arruzzolo

Arruzzolo sogna il bis a Palazzo Campanella

Il maggiorente di Forza Italia è il primo degli eletti a Reggio. Ritorna in Consiglio regionale e spera di sedere nello scranno più alto. Sarà confermato? Adesso attende le scelte del governatore.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.