Avvenire di Calabria

Migranti: Comunità di Sant’Egidio, mercoledì veglia di preghiera a Roma con il card. Zuppi in ricordo dei 66mila morti in mare dal 1990 ad oggi

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Alla vigilia della Giornata mondiale del rifugiato, che si celebra il 20 giugno, la Comunità di Sant’Egidio invita tutti a partecipare alla veglia “Morire di Speranza”, organizzata insieme alle altre associazioni impegnate nell’accoglienza e nell’integrazione delle persone fuggite da guerre o da situazioni insostenibili nei loro Paesi (Associazione Centro Astalli, Caritas Italiana, Fondazione Migrantes, Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Scalabrini Migration International Network, Acli, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Acse). L’appuntamento è a Roma, nella basilica di Santa Maria in Trastevere e in piazza, mercoledì 19 giugno, alle ore 18.30. Verranno ricordate le 66mila persone morte dal 1990 a oggi nel mare Mediterraneo o nelle altre rotte, via terra, dell’immigrazione verso l’Europa. “Un conteggio drammatico”, scrive la Sant’Egidio in una nota diffusa oggi, che “nell’ultimo anno ha subito una preoccupante accelerazione: sono infatti ben 800 le persone che, da gennaio, hanno perso la vita nel Mediterraneo e lungo le vie di terra nel tentativo di raggiungere il nostro continente, come accaduto nei giorni scorsi a largo di Roccella Jonica e Lampedusa. Una tragedia dai costi umani elevatissimi – 5 morti al giorno – che deve scuotere la coscienza dell’Europa e spingerla a ripristinare missioni di salvataggio in mare e aprire vie legali e sicure, sul modello dei corridoi umanitari”. Durante la veglia di Santa Maria in Trastevere, che sarà presieduta, dal card. Matteo Zuppi, Presidente della Conferenza episcopale italiana, verranno ricordati alcuni nomi di chi è scomparso e accese candele in loro memoria. Nella basilica e in piazza, attraverso un maxischermo, parteciperanno numerosi immigrati di diversa origine, alcuni dei quali venuti in Italia con i corridoi umanitari, e saranno presenti anche familiari e amici di chi ha perso la vita in mare. La veglia di preghierà sarà trasmessa in streaming sul sito www.santegidio.org e sui canali social della Comunità di Sant’Egidio. Per la stampa è necessario accreditarsi scrivendo a com@santegidio.org e, considerata l’alta partecipazione prevista, di giungere sul luogo entro le ore 18.

 

 

Fonte: Agensir

Articoli Correlati

Tags: