Avvenire di Calabria

Mostra fotografica: a Busto Garolfo “Dal Sacro Monte ai Laghi” per celebrare i paesaggi d’acqua e spirituali del Varesotto

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


La mostra “Dal Sacro Monte ai Laghi” offre “un viaggio tra i suggestivi paesaggi dei laghi di Varese e Maggiore, catturandone l’atmosfera in continua evoluzione, e la sacralità del Sacro Monte di Varese, con le sue 14 cappelle che offrono un respiro per lo spirito e per l’anima”. Le immagini esposte, spiega un comunicato, “realizzate dai fotografi Gianluigi Fipilli e Nicolò Bellante, catturano le bellezze del Lago di Varese e del Lago Maggiore, specialmente il versante lombardo, ripreso in periodi di scarse piogge”. L’esposizione sarà inaugurata sabato 15 giugno alla presenza degli artisti che hanno realizzato le fotografie. Per questa occasione, la sede di via Verdi 19 a Busto Garolfo (Milano) di Ccr Insieme Ets della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate “si trasforma in una galleria d’arte. Si tratta di un’occasione unica per incontrare gli artisti e visitare con loro la mostra”. “Il Varesotto è una regione ricca di scenari naturali mozzafiato, laghi incantevoli, colline verdi e borghi storici, merita di essere conosciuta e apprezzata in tutta la sua magnificenza”, commenta l’iniziativa Roberto Scazzosi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. “Attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, è possibile immortalare la singolare bellezza dei paesaggi, i colori intensi delle stagioni e l’atmosfera unica che caratterizza ogni angolo del territorio. Le fotografie non solo conservano e tramandano la memoria visiva di questi luoghi, ma diventano anche potenti strumenti di promozione turistica, attirando visitatori e amanti della natura da ogni parte del mondo. Inoltre, la fotografia paesaggistica ispira rispetto e tutela dell’ambiente, sensibilizzando le persone sull’importanza di preservare il patrimonio naturale e culturale del Varesotto per le future generazioni. In questo modo, l’arte fotografica contribuisce a consolidare l’identità locale, stimolando orgoglio e appartenenza nella comunità”.
L’esposizione resterà aperta fino al 27 luglio e sarà visitabile il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 21 alle 22.

Fonte: Agensir

Articoli Correlati

Tags: