Premio Trapezomata, consegnati i riconoscimenti per il 2018 – avveniredicalabria

avveniredicalabria

Tra i premiati di questa edizione c'è monsignor Francesco Milito, vescovo della diocesi di Oppido Mamertina-Palmi

Premio Trapezomata, consegnati i riconoscimenti per il 2018

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si è svolta nei giorni scorsi, presso il Cine-Teatro “Metropolitano” di Reggio Calabria, la 18^ edizione del Premio Culturale “Trapezomata”.

Il premio viene denominato TRAPEZOMATA, che in greco significa “tavolato”, in omaggio a Santa Maria Assunta di Trapezomata, che si venerava nell’antica abbazia brasiliana del IX secolo, i cui ruderi ricadono sul territorio di Armo nel comune di Reggio Calabria. E’ un invito a riscoprire le nostre radici culturali per meglio costruire la nostra identità nel presente.

La consegna dei Premi, è stata conferita a personalità calabresi che si sono particolarmente distinte nei vari settori del sociale, al punto da essere per le nuove generazioni veri e propri esempi concreti di autentica capacità ed operosità, con l’orgoglio di voler mantenere visibile la loro appartenenza a quella grande miniera di intelligenza, sensibilità e generosità rappresentata dai calabresi.

 

        I premi 2018 sono stati conferiti a: S.E. Mons. FRANCESCO MILITO, Arcivescovo Diocesi Oppido – Palmi, per la carità pastorale e la testimonianza religiosa; dott. VINCENZO MELLINO, Sovraintendente sanitario regionale dell’INAIL, per la Pubblica Amministrazione; prof. LUCIANO MARIA DELFINO, docente presso l’Università Bocconi di Milano, per la ricerca giuridica -scientifica; prof. GIACOMO MESSINA, docente presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, per il settore Università; mons. GIORGIO COSTANTINO, Parroco del Divino Soccorso in Reggio Calabria, per il clero reggino; prof. GIUSEPPE CARIDI, docente presso l’Università di Messina, per la storia di Reggio e della Calabria; dott. LINO CASERTA, Direttore del Centro Medicina Solidale in Reggio Calabria, per il volontariato; maestro MIMMO CAVALLARO, musicista e compositore, per la musica tradizionale calabrese; COMUNITA’ ALLOGGIO PER ANZIANI “SAN PIO” di Reggio Calabria, per le attività medico-assistenziali. Assente giustificato il Presidente della Regione Calabria, MARIO OLIVERIO, per i sopraggiunti impegni istituzionali nelle zone colpite recentemente dalle alluvioni.

       Una serata, egregiamente condotta dai presentatori Dominga PIZZI e Consolato MALARA, caratterizzata non solo all’insegna della cultura ma arricchita dalla presenza di artisti dello spettacolo come i ballerini della scuola A.S.D. “Pretty Woman” di Reggio Calabria dei professori Eugenia GALIMI e Stefano RIPEPI; dal gruppo folk “I musicanti delle due sicilie”, dalle cantanti Claudia PRATTICO’, Ambra IELO e dal chitarrista Michele FANO.

 

Articoli Correlati

Oppido-Palmi, gli auguri di Natale del vescovo Milito

«Il primo dono di questo Natale è ricordarsi di essere amati da Dio. Per questo non possiamo temere nulla» ha detto il pastore della Chiesa di Oppid Mamertina – Palmi rivolgendosi ai suoi fedeli in occasione del Natale 2020.

Sinopoli zona rossa, il messaggio del Vescovo Francesco Milito

«L’invito si fa appello accorato: ognuno osservi le regole e aiuti l’altro a fare lo stesso. Alleggeriremo così il peso di chi, con ruoli direttivi istituzionali, non deve trovarsi ad affrontare difficoltà serie a motivo della nostra incuria».

Seminara dichiarata dal vescovo Francesco Milito Città di Maria

Nel corso della solenne Celebrazione Eucaristica della vigilia dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, con grande concorso di popolo, pellegrini e autorità, Seminara è stata elevata e dichiarata dal Vescovo Mons. Francesco Milito «Città di Maria»

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.