Si rinnova l’appuntamento con il Premio Anassilaos Donna – avveniredicalabria

avveniredicalabria

Pur con tutte le difficoltà che l’epidemia di covid frappone agli eventi culturali e agli incontri – dice Rosella Crinò - non potevamo rinunciare a tale tradizione

Si rinnova l’appuntamento con il Premio Anassilaos Donna

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si rinnova anche in questo 2021, pur ricco di incognite, l’ormai consueto appuntamento con il Premio Anassilaos Mimosa a personalità “al femminile” del mondo del Lavoro, delle Arti, della Cultura, delle Scienze, del Volontariato promosso dalla Sezione femminile dell’Associazione Culturale Anassilaos - di cui è responsabile la Dott.ssa Rosella Crinò - in occasione della Giornata Internazionale della Donna che si celebra l’8 marzo.

Intitolato fin dal 2005 alla figura di Emanuela Loi, l’agente della Polizia di Stato morta, insieme ai colleghi della scorta, il 19 luglio del 1992 nell’attentato al giudice Paolo Borsellino, la rassegna  di Anassilaos, giunta alla sua 26^ edizione, si propone di rendere  omaggio alle donne del mondo, alla loro sensibilità, alla loro quotidiana fatica in famiglia e sui luoghi di lavoro, alla loro sofferenza di cui la cronaca amara dei nostri giorni, anche nella “civilissima”(?) Italia, ci ragguaglia troppo spesso, al loro amore di compagne e madri, al loro impegno nel volontariato. Nell’anno di Dante la manifestazione è dedicata alla figura di donna che il Poeta ha amato e ha trasfigurato nel suo Poema, Beatrice e, nel centenario della nascita, a Sophie Scholl (1921-1943), la giovane eroina appartenente alla Rosa Bianca, quel  movimento di resistenza non violenta al nazismo che pagò con la decapitazione la sua ribellione morale alla tirannia.

Pur con tutte le difficoltà che l’epidemia di covid frappone agli eventi culturali e agli incontri – dice Rosella Crinò, responsabile Anassilaos Donna - non potevamo rinunciare a tale tradizione che  si è dispiegata in questi lunghi ventisei anni con grande adesione e partecipazione. E’ la nostra una forma di “resistenza” alla malattia, l’impegno ad esserci e ritrovarci con le nostre consuetudini e i nostri valori anche se sia la data che il luogo di consegna dei riconoscimenti alle personalità “al femminile”, per la scelta delle quali è già stata avviata l’interlocuzione con Istituzioni, Enti, Associazioni,   saranno strettamente legati all’evoluzione dell’epidemia di covid nel nostro Paese e alle eventuali restrizioni previste dalle autorità competenti. 

Articoli Correlati

26esimo Premio Anassilaos Mimosa: le insignite

Anche in tempi di covid l’Associazione Anassilaos non ha voluto mancare questo appuntamento anche se la data di consegna dei riconoscimenti conferiti si terrà, sempre a causa del covid, come già nella trascorsa edizione, in una data ancora da stabilire

Incontro dell’Anassilaos dedicato ai Romeo e il Risorgimento

La storia di due fratelli in uno dei momenti più difficili per l’Italia ed in particolare del Meridione. A relazionare Fabio Arichetta, socio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria e dell’Istituto di storia del Risorgimento Italiano

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.