Avvenire di Calabria

L'iniziativa lanciata in occasione della 44esima Giornata per la Vita

Social, l’inno alla vita degli adolescenti reggini

Gli studenti delle scuole superiori coinvolte hanno realizzato oltre sessanta contributi pubblicati sui social media

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’iniziativa è stata lanciata in occasione della quarantaquattresima Giornata per la vita. Ha visto coinvolti in maniera vivace e appassionata gli studenti del terzo, quarto e quinto anno delle scuole superiori del territorio diocesano che hanno partecipato al laboratorio didattico proposto dagli Uffici Scuola, Pastorale giovanile e Famiglia della diocesi di Reggio Calabria – Bova.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Gli studenti, accompagnati e guidati dai loro docenti di religione, sono stati invitati ad un momento di riflessione sul valore della vita, partendo dall’esperienza dell’emergenza vissuta in questi mesi di pandemia.

Lo spunto alla riflessione lo ha offerto il messaggio della Conferenza episcopale italiana diffuso in occasione dell’ultima Giornata per la vita che cita, a sua volta, papa Francesco: «Abbiamo capito che nessuno può bastare a sé stesso: “La lezione della recente pandemia, se vogliamo essere onesti, è la consapevolezza di essere una comunità mondiale che naviga sulla stessa barca, dove il male di uno va a danno di tutti”».

Così ciascun ragazzo delle classi partecipanti (provenienti dagli istituti “Fermi” di Bagnara e di Villa San Giovanni, “Gullì”, “Piria”, “Righi”, “Vitrioli” e “Volta”) ha realizzato un breve contributo multimediale in cui ha espresso il suo punto di vista in merito alle questioni evidenziate nel messaggio della Cei. Hanno fatto da spunto, inoltre, per gli interventi creativi dei partecipanti i brani musicali “La cura” di Franco Battiato ed “Abbi cura di me” di Simone Cristicchi.


PER APPROFONDIRE: 8 marzo. Il “tweet” del Papa per mamme e bimbi in fuga dalle guerre


Gli oltre sessanta contributi realizzati, forti e poetici insieme, sono stati pubblicati dagli stessi ragazzi sui social media con l’hashtag #curaognivita2022. Questo il loro incoraggiamento: «Scegli di vivere sempre, incessantemente, coraggiosamente. La vita è un dono unico che permette di sbagliare, fallire, imparare, migliorare. Ci consente di provare emozioni incredibili attraverso avventure con le persone che ci amano. La famiglia, gli amici, l’amore restano sempre la vera felicità da godere pienamente fino all’ultimo attimo. #curaognivita2022».

Articoli Correlati

Padre Mundjo Benoit riceve la cittadinanza onoraria di San Roberto

Si è spento padre Mundjo Benoit, domani le esequie a San Roberto

Il sacerdote Wilondja Mundjo Benoit, di origini congolesi, ha concluso ieri la sua vita terrena. Era il pastore della comunità di San Roberto (Reggio Calabria) dal 2002. Prima era stato vicario parrocchiale nella parrocchia San Pio X al Santuario di Modena. Si è sempre distinto per i suoi tratti umani e per la sua grande bontà. Era anche punto di riferimento per la comunità congolese a Reggio Calabria.

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.